DICEMBRE. Didattica in città

  • Dicembre. Il mese di festa. Il mese dell’attesa. Il mese del Natale. Il mese della fine e del nuovo inizio. Il mese dei propositi, dei regali sotto l’albero, della famiglia, dello stare insieme, delle abbuffate, della neve, degli affetti, della cioccolata calda, dei canti e dei maglioni di lana.

Ogni giorno una corsa, un incrocio di appuntamenti per arrivare alle tanto sognate ferie!

E nel frattempo?

Ricordiamoci di respirare e prendere fiato. E cos’è meglio d un pizzico di ARTE come boccata di ossigeno per il nostro spirito?
Ecco, dunque, come di consueto gli appuntamenti di didattica museale a Vicenza per il prossimo mese.

Vi consiglio, inoltre, di fare una capatina alla mostra “Il trionfo del colore” divisa nelle due sedi di Palazzo Chiericati e Palazzo Leoni Montanari, per rivivere i colori e la magia del secolo d’oro della Serenissima, il Settecento, e per confondersi tra le pennellate che ritraggono la nostra terra e le nostre bellissime città, prima tra tutte la stupenda Venezia.

Buona lettura e buone visite!

1 DICEMBRE

PALAZZO LEONI MONTANARI
FAMILY LAB: RITROVARSI IN UN’IMMAGINE … ore 10.00-17.00:
Dal selfie alla risata, dalla curiosità alla narrazione: quattro opere da scoprire, giocando con il proprio smartphone, per comporre un fantasioso puzzle di immagini. In occasione della mostra Paparazzi. Fotografi e divi dalla Dolce Vita a oggi. Percorso ludico, da svolgere in autonomia. Età consigliata 4/12 anni. Costo: 3 euro a bambino + biglietto d’ingresso per accompagnatore.

2 DICEMBRE

PALAZZO LEONI MONTANARI
FAMILY LAB: RITROVARSI IN UN’IMMAGINE … ore 10.00-17.00:
Dal selfie alla risata, dalla curiosità alla narrazione: quattro opere da scoprire, giocando con il proprio smartphone, per comporre un fantasioso puzzle di immagini. In occasione della mostra Paparazzi. Fotografi e divi dalla Dolce Vita a oggi. Percorso ludico, da svolgere in autonomia. Età consigliata 4/12 anni. Costo: 3 euro a bambino + biglietto d’ingresso per accompagnatore.

UNO SPAZIO PER LE FAMIGLIE. CHE STILE! LABORATORIO D’ARTE ore 16.00
Laboratorio creativo 90 min.
Passeggiando tra le fotografie dei divi del cinema, scoprire alcuni oggetti misteriosi del passato. Curiosi occhiali, borsette, cappelli, orologi e gioielli capaci di ispirare la nostra fantasia. Laboratorio d’arte: realizzare un oggetto “portasegreti”.
Età consigliata da 4 a 12 anni. Costo: 5 euro a bambino + biglietto d’ingresso ridotto per accompagnatore.
Prenotazione obbligatoria.

8 DICEMBRE

PALAZZO LEONI MONTANARI
FAMILY LAB: RITROVARSI IN UN’IMMAGINE … ore 10.00-17.00:
Dal selfie alla risata, dalla curiosità alla narrazione: quattro opere da scoprire, giocando con il proprio smartphone, per comporre un fantasioso puzzle di immagini. In occasione della mostra Paparazzi. Fotografi e divi dalla Dolce Vita a oggi. Percorso ludico, da svolgere in autonomia. Età consigliata 4/12 anni. Costo: 3 euro a bambino + biglietto d’ingresso per accompagnatore.

9 DICEMBRE

PALAZZO CHIERICATI
TUTTI I COLORI DEL CIELO ore 15.00
Visita alla mostra “Il trionfo del colore. Da Tiepolo a Canaletto e Guardi” e laboratorio artistico/creativo curati dall’associazione culturale Ardea. Il costo (comprensivo di biglietto di ingresso, prenotazione e laboratorio) è di 16,50 euro. Durata 2 ore.

PALAZZO LEONI MONTANARI
FAMILY LAB: RITROVARSI IN UN’IMMAGINE … ore 10.00-17.00:
Dal selfie alla risata, dalla curiosità alla narrazione: quattro opere da scoprire, giocando con il proprio smartphone, per comporre un fantasioso puzzle di immagini. In occasione della mostra Paparazzi. Fotografi e divi dalla Dolce Vita a oggi. Percorso ludico, da svolgere in autonomia. Età consigliata 4/12 anni. Costo: 3 euro a bambino + biglietto d’ingresso per accompagnatore.

15 DICEMBRE

PALLADIO MUSEUM
UN ARCHITETTO IN FAMIGLIA: E LUCE FU ore 16.00:
Laboratorio creativo 90 min.
Quante volte l’architettura e il design si ispirano alla natura… Per illuminare il prossimo Natale il nostro modello sarà l’alveare, la sua perfetta struttura geometrica e anche il suo colore, brillante e traslucido insieme. Per bambini che non hanno paura del buio (ma si emozionano con la luce). Massimo 20 partecipanti dai 5 ai 12 anni; prenotazione obbligatoria entro le 12:00 di venerdì 14 dicembre. Costi: intero per bambini e adulti € 6,00 (ingresso al museo + lab), ridotto per chi possiede la nuova tessera Palladio Museum Kids € 2,00.

PALAZZO LEONI MONTANARI
FAMILY LAB: RITROVARSI IN UN’IMMAGINE … ore 10.00-17.00:
Dal selfie alla risata, dalla curiosità alla narrazione: quattro opere da scoprire, giocando con il proprio smartphone, per comporre un fantasioso puzzle di immagini. In occasione della mostra Paparazzi. Fotografi e divi dalla Dolce Vita a oggi. Percorso ludico, da svolgere in autonomia. Età consigliata 4/12 anni. Costo: 3 euro a bambino + biglietto d’ingresso per accompagnatore.

16 DICEMBRE

PALAZZO LEONI MONTANARI
FAMILY LAB: RITROVARSI IN UN’IMMAGINE … ore 10.00-17.00:
Dal selfie alla risata, dalla curiosità alla narrazione: quattro opere da scoprire, giocando con il proprio smartphone, per comporre un fantasioso puzzle di immagini. In occasione della mostra Paparazzi. Fotografi e divi dalla Dolce Vita a oggi. Percorso ludico, da svolgere in autonomia. Età consigliata 4/12 anni. Costo: 3 euro a bambino + biglietto d’ingresso per accompagnatore.

UNO SPAZIO PER LE FAMIGLIE: L’UOVO DEL MONDO ore 16.00
Laboratorio creativo 90 min.
Come nascono gli dei? Da neonati stanno in culla o crescono subito a dismisura? Quali sono i loro giochi preferiti? Una caccia al dettaglio per scoprire alcuni miti presenti sugli affreschi del palazzo e su alcuni vasi, partendo dal racconto dell’infanzia dei loro illustri protagonisti. Attività creativa: realizzare un’immagine pop-up. Età consigliata da 4 a 12 anni. Costo: 5 euro a bambino + biglietto d’ingresso ridotto per accompagnatore. Prenotazione obbligatoria.

22 DICEMBRE

PALAZZO LEONI MONTANARI
FAMILY LAB: RITROVARSI IN UN’IMMAGINE … ore 10.00-17.00:
Dal selfie alla risata, dalla curiosità alla narrazione: quattro opere da scoprire, giocando con il proprio smartphone, per comporre un fantasioso puzzle di immagini. In occasione della mostra Paparazzi. Fotografi e divi dalla Dolce Vita a oggi. Percorso ludico, da svolgere in autonomia. Età consigliata 4/12 anni. Costo: 3 euro a bambino + biglietto d’ingresso per accompagnatore.

23 DICEMBRE
PALAZZO CHIERICATI
TUTTI I COLORI DEL CIELO ore 15.00
Visita alla mostra “Il trionfo del colore. Da Tiepolo a Canaletto e Guardi” e laboratorio artistico/creativo curati dall’associazione culturale Ardea. Il costo (comprensivo di biglietto di ingresso, prenotazione e laboratorio) è di 16,50 euro. Durata 2 ore.

PALAZZO LEONI MONTANARI
FAMILY LAB: RITROVARSI IN UN’IMMAGINE … ore 10.00-17.00:
Dal selfie alla risata, dalla curiosità alla narrazione: quattro opere da scoprire, giocando con il proprio smartphone, per comporre un fantasioso puzzle di immagini. In occasione della mostra Paparazzi. Fotografi e divi dalla Dolce Vita a oggi. Percorso ludico, da svolgere in autonomia. Età consigliata 4/12 anni. Costo: 3 euro a bambino + biglietto d’ingresso per accompagnatore.

29 DICEMBRE
PALAZZO LEONI MONTANARI
FAMILY LAB: RITROVARSI IN UN’IMMAGINE … ore 10.00-17.00:
Dal selfie alla risata, dalla curiosità alla narrazione: quattro opere da scoprire, giocando con il proprio smartphone, per comporre un fantasioso puzzle di immagini. In occasione della mostra Paparazzi. Fotografi e divi dalla Dolce Vita a oggi. Percorso ludico, da svolgere in autonomia. Età consigliata 4/12 anni. Costo: 3 euro a bambino + biglietto d’ingresso per accompagnatore.

30 DICEMBRE
PALAZZO LEONI MONTANARI
FAMILY LAB: RITROVARSI IN UN’IMMAGINE … ore 10.00-17.00:
Dal selfie alla risata, dalla curiosità alla narrazione: quattro opere da scoprire, giocando con il proprio smartphone, per comporre un fantasioso puzzle di immagini. In occasione della mostra Paparazzi. Fotografi e divi dalla Dolce Vita a oggi. Percorso ludico, da svolgere in autonomia. Età consigliata 4/12 anni. Costo: 3 euro a bambino + biglietto d’ingresso per accompagnatore.

Palazzo Leoni Montanari:
Per partecipare ai racconti animati, alla caccia al dettaglio e ai laboratori è consigliata la prenotazione al numero di telefono 800 578875. Per info e contatti: Email info@palazzomontanari.com – sito www.gallerieditalia.com

Palladio Museum:
Per info e contatti: telefono 0444 323014 – Email didattica@palladiomuseum.org – sito www.palladiomuseum.org – Pagina Fb Palladio Museum

Palazzo Chiericati (Ardea):
Per info e prenotazioni: cel. 346 5933662 – Email pinacoteca@associazione-ardea.it

 

Elena PiazzaElena Piazza – Autrice – cura la rubrica “Bambini a regola d’arte

Mamma di Cesare, Agostino e Letizia

Adoro tutto ciò che è arte, musica e letteratura. E sin da piccolina ho iniziato a esplorare questi mondi, che piano piano sono diventati i miei strumenti necessari per esprimermi.

Dai tre anni il disegno è diventata la mia passione. Ho continuato scegliendo di studiare arte e laureandomi in Archeologia. Ho fondato e gestito un’associazione culturale e ho trovato lavoro in un museo, dove svolgo diverse mansioni tra cui anche quella di operatrice didattica e guida. E’ un lavoro impegnativo che però mi permette di stare a contatto con persone di tutte le età, di tenermi allenata con lo studio, di approfondire continuamente diversi aspetti del mondo dell’arte e di tenermi aggiornata su tutto ciò che accade in città!

Figlia e sorella di musicisti ho masticato note e pentagrammi da quando sono nata. In particolare prediligo il canto che ho sempre esercitato facendo parte di vari cori e sperimentando generi diversi.

Diventata mamma (tris da pochissimo!!!) non ho rinunciato alle mie passioni e inclinazioni e cerco sempre di trovare un modo per conciliarle con la famiglia. Ed eccomi qui a provare a raccontare il mio mondo!

 

 

Settembre. Didattica in città.

SETTEMBRE. Il settimo mese dell’anno è iniziato e porta con sé il profumo degli zaini e delle merende, accompagnato dalle voci entusiaste e emozionate dei bambini di tutte le età che tornano a varcare gli ingressi delle scuole dopo la pausa estiva. Le vacanze li hanno caricati di ricordi, emozioni ed esperienze. Arricchiranno il loro futuro e serviranno come bagaglio energetico per affrontare l’impegno scolastico, il freddo e il buio dell’inverno.

Noi adulti… bè, anche noi adulti, ci lasciamo alle spalle orizzonti di mare, montagna, parchi e colline, anche fossero solo quelle dietro casa nostra, che baciate dal sole rinfrancano l’animo e ci danno il buongiorno al mattino. Siamo pronti, anzi, dobbiamo essere pronti per ripartire e rituffarci nella vita di tutti i giorni, con i mille appuntamenti, gli orari da rispettare e le continue scadenze!!!!

Ma l’arte ci circonda, sempre e nonostante tutto.

E sarebbe bello riuscire a trovare un pochino di tempo da dedicarle ogni tanto per far rifiorire la nostra creatività, la nostra fantasia e la nostra immaginazione, che a volte rischiano di spegnersi tra bollette, corse e visite mediche. Farlo con i bambini poi, che spesso vedono ciò che a noi adulti sfugge… magia!

Rieccomi quindi tornata per riassumervi gli appuntamenti di didattica museale previsti per il mese di Settembre.

Nella mia esperienza lavorativa ho constatato che ci sono molti bimbi appassionati d’arte e di storia che apprezzano la bellezza e i racconti a lei dedicati sin da giovanissimi. Per questo ho inserito, accanto agli appuntamenti laboratoriali per i bambini, anche le iniziative di visite guidate, che ci offre la nostra città e che potranno risultare delle occasioni imperdibili non solo quindi per noi adulti, ma anche per queste menti curiose di conoscere i segreti di luoghi e monumenti.

A voi la scelta!

SETTEMBRE 2018

TUTTI I GIORNI (ESCLUSO LUNEDI)

BASILICA PALLADIANA – PASSEGGIATA DIDATTICA ore 11.00 e ore 17.30 (alle 18.30 tra il 26 e il 30 settembre):

Tutti i possessori del biglietto di ingresso alla Basilica avranno la possibilità di essere accompagnati dalle esperte di didattica museale di Ardea alla scoperta del gioiello palladiano. Ingresso gratuito. La guida offrirà il servizio anche per un solo visitatore fino ad un massimo di 25 persone.

15 SETTEMBRE 2018

PALAZZO LEONI MONTANARI – PASSEGGIATA D’ARTE ore 16.30:

Visita guidata 30 min.

Fascino e virtù nel mondo antico, tra mito e vita quotidiana. Dalla ceramica attica e magnogreca alla decorazione barocca del palazzo. Prenotazione consigliata. Numero minimo di 5 persone. Costo di 3 euro a persona più il biglietto di ingresso.

16 SETTEMBRE 2018

PALAZZO LEONI MONTANARI – FAMILY LAB: SALTI DI FANTASIA GIOCHI D’ESTATE ALLE GALLERIE ore 10.00-17.00:

Uno speciale angolo della creatività, allestito in modo permanente per offrire la possibilità di esprimere in tempo reale le idee nate grazie all’incontro con un’opera d’arte, usando matite, colori e carte di vario tipo. Le famiglie con bambini e ragazzi (fino a dodici anni) possono usufruire della possibilità di attraversare gli ambienti del palazzo in modo particolare, scoprendo molteplici curiosità racchiuse in alcuni capolavori. Il percorso si attua in autonomia con l’ausilio di un fantasioso libretto d’istruzioni, contenente i racconti e le proposte da sviluppare nell’immediato (con l’assistenza degli operatori museali) o da portare a casa per un’ulteriore elaborazione personale.

PALAZZO LEONI MONTANARI – PASSEGGIATA D’ARTE ore 10.30 e 16.30:

Visita guidata 30 min.

Fascino e virtù nel mondo antico, tra mito e vita quotidiana. Dalla ceramica attica e magnogreca alla decorazione barocca del palazzo. Prenotazione consigliata. Numero minimo di 5 persone. Costo di 3 euro a persona più il biglietto di ingresso.

21 SETTEMBRE 2018

MUSEO ARCHEOLOGICO AL TEATRO ROMANO – QUANDO VERONA AVEVA LE RUOTE ore 17.00-18.30:

Laboratorio espressivo 90 min.

Un nuovo “FamilyLab” di Kids University (13-23 settembre 2018), organizzato dal Palladio Museum di Vicenza in collaborazione con l’Università di Verona, Polo scientifico e didattico “Studi sull’impresa” di Vicenza, ospitato dal Museo Archeologico al Teatro Romano, Verona
Appuntamento a Verona sul Ponte Pietra, per ascoltare insieme lo scorrere del fiume e rievocare lo «spettacolo dei colori, delle luci, dei movimenti della Grande Ruota» che tanto affascinava il Bruno Munari bambino. I ricordi di questo maestro della creatività infantile ci introdurranno al tema del laboratorio: i mulini idraulici nella Verona del boom protoindustriale fra 1400 e 1500. Subito dopo ci sposteremo nel vicino Museo Archeologico per costruire il modello in scala di un mulino ad acqua… funzionante!
Max 25 partecipanti inclusi adulti accompagnatori; il laboratorio è gratuito per tutti; l’ingresso è gratuito per i bambini e ridotto (€ 3,00) per gli adulti e offre la possibilità di visitare il museo. Ritrovo sul Ponte Pietra, lato Teatro Romano. Prenotazione obbligatoria.

22 SETTEMBRE 2018

VILLA LA ROTONDA – VISITA GUIDATA ESCLUSIVA ore 18.15-19.45:

Visita guidata 90 min.

Visita esclusiva dopo l’orario di apertura al pubblico per godersi in tranquillità uno dei vertici dell’architettura palladiana. Organizzato da Agta-associazione guide turistica autorizzata.
Non solo arte e architettura, ma anche storie vere e fatti di cronaca che hanno riguardato da vicino chi ha vissuto in villa nel corso dei secoli.  Ingresso e visita a pagamento: 25 euro complessivi. Prenotazione obbligatoria. Posti limitati

PALAZZO LEONI MONTANARI – PASSEGGIATA D’ARTE ore 16.30:

Visita guidata 30 min.

Fascino e virtù nel mondo antico, tra mito e vita quotidiana. Dalla ceramica attica e magnogreca alla decorazione barocca del palazzo. Prenotazione consigliata. Numero minimo di 5 persone. Costo di 3 euro a persona più il biglietto di ingresso.

CENTRO STORICO – VIOFF. GOLDEN STATE EDITION

Visite guidate alla scoperta del centro storico:

Ore 18.00. Partenza dalla Stamperia Busato in contra’ Porta Santa Lucia 38. Viene organizzato un tour guidato delle botteghe storiche di Vicenza, con partenza dalle colonne di piazza dei Signori, proposto dal gruppo di negozianti che possono fregiarsi di questo prestigioso titolo.

Ore 18.30 e ore 20.00. Partenza da piazza Matteotti si segue un itinerario gratuito all’esterno dei principali monumenti cittadini.

Alle 20.30 i possessori del biglietto speciale da 5 euro saranno guidati anche all’interno di Palazzo Chiericati e della Chiesa di Santa Corona. Prenotazione obbligatoria a partire da giovedì 6 settembre.

Ore 17.00-21.30 Palazzo Leoni Montanari – Gallerie d’Italia, ogni mezz’ora al formarsi di un gruppo minimo di 10 persone, con un supplemento di 3 euro sul biglietto di ingresso sarà possibile partecipare a una passeggiata tematica alla scoperta di alcuni capolavori, dal tema “Gioielli e moda dall’antichità al Settecento veneziano”.

23 SETTEMBRE 2018

PALAZZO LEONI MONTANARI – FAMILY LAB: SALTI DI FANTASIA GIOCHI D’ESTATE ALLE GALLERIE ore 10.00-17.00:

Uno speciale angolo della creatività, allestito in modo permanente per offrire la possibilità di esprimere in tempo reale le idee nate grazie all’incontro con un’opera d’arte, usando matite, colori e carte di vario tipo. Le famiglie con bambini e ragazzi (fino a dodici anni) possono usufruire della possibilità di attraversare gli ambienti del palazzo in modo particolare, scoprendo molteplici curiosità racchiuse in alcuni capolavori. Il percorso si attua in autonomia con l’ausilio di un fantasioso libretto d’istruzioni, contenente i racconti e le proposte da sviluppare nell’immediato (con l’assistenza degli operatori museali) o da portare a casa per un’ulteriore elaborazione personale.

PALAZZO LEONI MONTANARI – PASSEGGIATA D’ARTE ore 10.30 e 16.30:

Visita guidata 30 min.

Fascino e virtù nel mondo antico, tra mito e vita quotidiana. Dalla ceramica attica e magnogreca alla decorazione barocca del palazzo. Prenotazione consigliata. Numero minimo di 5 persone. Costo di 3 euro a persona più il biglietto di ingresso.

29 SETTEMBRE 2018

PALAZZO LEONI MONTANARI – PASSEGGIATA D’ARTE ore 16.30:

Visita guidata 30 min.

Fascino e virtù nel mondo antico, tra mito e vita quotidiana. Dalla ceramica attica e magnogreca alla decorazione barocca del palazzo. Prenotazione consigliata. Numero minimo di 5 persone. Costo di 3 euro a persona più il biglietto di ingresso.

30 SETTEMBRE 2018

PALAZZO LEONI MONTANARI – FAMILY LAB: SALTI DI FANTASIA GIOCHI D’ESTATE ALLE GALLERIE ore 10.00-17.00:

Uno speciale angolo della creatività, allestito in modo permanente per offrire la possibilità di esprimere in tempo reale le idee nate grazie all’incontro con un’opera d’arte, usando matite, colori e carte di vario tipo. Le famiglie con bambini e ragazzi (fino a dodici anni) possono usufruire della possibilità di attraversare gli ambienti del palazzo in modo particolare, scoprendo molteplici curiosità racchiuse in alcuni capolavori. Il percorso si attua in autonomia con l’ausilio di un fantasioso libretto d’istruzioni, contenente i racconti e le proposte da sviluppare nell’immediato (con l’assistenza degli operatori museali) o da portare a casa per un’ulteriore elaborazione personale.

PALAZZO LEONI MONTANARI – PASSEGGIATA D’ARTE ore 10.30 e 16.30:

Visita guidata 30 min.

Fascino e virtù nel mondo antico, tra mito e vita quotidiana. Dalla ceramica attica e magnogreca alla decorazione barocca del palazzo. Prenotazione consigliata. Numero minimo di 5 persone. Costo di 3 euro a persona più il biglietto di ingresso.

Passeggiate in Basilica Palladiana:

Info e prenotazioni cell 346 5933662 – Email ass.ardea@gmail.com – Pagina Fb Ardea Associazione per la didattica museale

Evento a Villa Rotonda:

Info e contatti: Email: vicenzatourguide@gmail.com – Tel. 338.9819423 – Sito web: www.vicenzatourguide.it

Palazzo Leoni Montanari:
Per partecipare ai racconti animati, alla caccia al dettaglio e ai laboratori è consigliata la prenotazione al numero di telefono 800 578875. Per info e contatti: Email info@palazzomontanari.com – sito www.gallerieditalia.com

Palladio Museum:
Per info e contatti: telefono 0444 323014 – Email didattica@palladiomuseum.org – sito www.palladiomuseum.org – Pagina Fb Palladio Museum

Evento ViOff

Info e contatti: ufficio Iat allo 0444/320854 o mail: iat@comune.vicenza.it


Elena PiazzaElena PiazzaAutrice cura la rubrica “Bambini a regola d’arte

Mamma di Cesare, Agostino e Letizia

Adoro tutto ciò che è arte, musica e letteratura. E sin da piccolina ho iniziato a esplorare questi mondi, che piano piano sono diventati i miei strumenti necessari per esprimermi.

Dai tre anni il disegno è diventata la mia passione. Ho continuato scegliendo di studiare arte e laureandomi in Archeologia. Ho fondato e gestito un’associazione culturale e ho trovato lavoro in un museo, dove svolgo diverse mansioni tra cui anche quella di operatrice didattica e guida. E’ un lavoro impegnativo che però mi permette di stare a contatto con persone di tutte le età, di tenermi allenata con lo studio, di approfondire continuamente diversi aspetti del mondo dell’arte e di tenermi aggiornata su tutto ciò che accade in città!

Figlia e sorella di musicisti ho masticato note e pentagrammi da quando sono nata. In particolare prediligo il canto che ho sempre esercitato facendo parte di vari cori e sperimentando generi diversi.

Diventata mamma (tris da pochissimo!!!) non ho rinunciato alle mie passioni e inclinazioni e cerco sempre di trovare un modo per conciliarle con la famiglia. Ed eccomi qui a provare a raccontare il mio mondo!

 

 

 

Polpette tonno e ceci

Polpette tonno e ceci, una ricetta by Zeudorela

polpette ceci

 

Ricetta:

Ingredienti :
  • 700 gr di ceci cotti
  • 2 scatole da 120 gr tonno
  • 1 uovo
  • 3-4 cucchiai di pangrattato
  • sale e pepe q.b.
  • Curry a piacere
Procedimento :

Cuocere i ceci (in alternativa potete usare quelli precotti).

Versate i ceci in un mixer insieme al tonno e frullate tutto fino ad ottenere un composto omogeneo.

Versate in un recipiente capiente e unite l’uovo e il pangrattato. Amalgamate beneun cucchiaio di legno.

Formate le polpette prelevando 30 gr di impasto e sistemate nel mezzo un cubetto di formaggio, poi arrotolare e formare la polpetta.

Procedere cosi fino ad impasto terminato.

Mettere le polpettine in freezer per almeno 1 ora.

Nel frattempo rompete le uova in una ciotola e sbattetele insieme ad un po’ di latte. In un’ altra ciotola versate il pangrattato.

Scaldate l’olio e cominciate a passare le polpette prima nell’ uovo e poi nel pangrattato per poi procedere con la frittura.

Le polpette saranno pronte quando risulteranno dorate. Scolatele su un panno carta e servite.

Buon appetito!

 


Sidorela Shaqiri Autrice cura la rubrica “Le ricette di Zeudorela” insieme a Zeudi Rota Conti

Ciao a tutte io sono Sidorela, originaria dell’Albania, operaia e mamma di Redis ed Eglis.
Sono appassionata di fotografia, libri e cucina. Cucino da sempre, venuta in Italia ho rivoluzionato tutta la mia alimentazione e imparato a cucinare e mangiare in modo sano ed equilibrato il più possibile…. il mio moto è cucinare senza limite e mangiare con cautela, metto la salute sopra ogni cosa.
Spero di riuscire a trasmettere positività e allegria oltre che piatti e ricette sfioziosi!

Zeudi Rota Conti Autricecura la rubrica “Le ricette di Zeudorela” insieme a Sidorela Shaqiri

Ciao sono Zeudi, mamma di Noemi, originaria di un paesino di Bergamo dove cultura e tradizione si tramandano da generazioni. Appassionata di cucina: passione tramandata da mio papa’, il mio maestro. Per me la cucina e’ passione, un momento di svago, cucinare e’ un modo per “dare”.

Mi trovate anche sulla pagina Facebook “L’amore x la cucina di Zeudi” oppure sul mio blog zeudiamoreincucina.blogspot.com

Neonati: solo libri cartonati?

Neonati: solo libri cartonati?

Ci preoccupiamo di ciò che un bambino diventerà domani,  ma ci dimentichiamo che lui è qualcuno oggi.

Stacia Tauscher

 L’aspetto ludico del libro cartonato e dei suoi numerosi derivati è diventato l’ago della bilancia nella scelta di quali pubblicazioni proporre ai nostri piccoli. Ma le storie? La ricchezza delle parole? La qualità delle immagini? Che fine fanno?Libri cartonati, libri tattili, libri con le alette a sorpresa, libri di stoffa, libri con sonagli, libri con i buchi, libri con le finestrelle, libri per il bagnetto, libri per la culla, libri da viaggio ecc…la lista potrebbe essere ancora lunga e le mamme lo sanno. Sanno che quando si entra in una libreria con un neonato si viene subito spediti verso lo scaffale dedicato. Il libro cartonato regna sovrano e ormai il mercato editoriale, a partire dagli anni Settanta, ha creato decine di “modelli” riempiendo i negozi e di conseguenza le nostre case.

Il libro cartonato diventa così un giocattolo e la sua funzione di “LIBRO” perde gran parte del suo significato.

Sembra proprio che i libri cartonati e i suoi “fratelli” libri-gioco non possano contenere una storia, una trama ricca di suoni e di testo, anzi più è essenziale e privo di parole più sarà gestibile. Ma per chi? Per noi o per il bambino?

I neonati, nella loro infinita passione per la ricerca e la comprensione dell’ambiente, sono spinti ad esplorare con la bocca, le mani, il corpo e tutti i sensi. Prima dei 14/15 mesi raramente un bambino sfoglierà diligentemente un libro pagina per pagina, ma non per questo non è in grado di apprezzare le storie, la voce della mamma e del papà o dei fratelli.

Beatrice Alemagna (scrittrice e illustratrice) nel suo libro “Che cos’è un bambino?” (Topipittori editore) ci dona delle brevi ed intense riflessioni sulla loro bellezza e il loro essere delle persone fin dalla nascita:

” Un bambino è una persona piccola,
E’ piccolo solo per un po’, poi diventa grande.
Cresce senza neanche farci caso.
Piano piano e in silenzio, il suo corpo si allunga.
Un bambino non è un bambino per sempre.
Un bel giorno cambia.

Un bambino ha piccole mani, piccoli
piedi e piccole orecchie, ma non per questo
ha idee piccole.
Le idee dei bambini a volte sono grandissime,
divertono i grandi, fanno loro spalancare
la bocca e dire “Ah!”.”

I bambini posseggono delle cose piccole,
proprio come loro: un piccolo letto, piccoli libri
colorati, un piccolo ombrello, una piccola sedia.
Però vivono in un mondo grandissimo; talmente
grande che le città non esistono, gli autobus
salgono su nello spazio e le scale non finiscono mai.

I bambini vogliono essere ascoltati con gli occhi spalancati.

Ogni bambino è una persona piccola.
Ora, per addormentarsi , ha bisogno di occhi gentili.
E di una lucina vicino al letto.”

L’esperienza offerta da un libro tattile o da un libro-gioco non può essere paragonata a quella data da un libro nella quale un racconto e una storia  trovano il loro posto naturale. Ed ecco perché dovremmo scegliere libri cartonati e non solo di qualità. Certo libri cartonati che possano incuriosire e stupire i loro piccoli occhi e le loro piccole mani ma dovremmo mettere a disposizione anche libri più complessi per scoprire l’ambiente, la realtà e il mondo che li circonda.

Trovo che le parole di Alessia Napolitano[1] (libraia proprietaria della libreria Radice-Labirinto di Carpi) siano emblematiche e ci possano aiutare a rompere la “tradizione” e la consuetudine con le quali siamo ormai abituati a ragionare quando compriamo o regaliamo un libro ad un neonato:

“Lasciamo dunque che il tuttotondo di stampo più disneyano si affianchi a segni grafici e pittorici che riescano a cogliere altri aspetti del quotidiano perché i bambini amano sì le cose dolci, ma sanno anche leggere la poesia laddove l’adulto, già indottrinato, vede solo confusione e trascuratezza.

Cerchiamo di non imbrigliare un libro in una fascia di età precisa perché rischiamo di depauperare un bambino di una complessità vitale alla sua crescita e al suo sviluppo.
Permettiamo ai nostri bambini di affinare il loro senso critico leggendogli la poesia fin da piccini anche se pare non ci ascoltino.

Diamo a bambini esplosivi libri altrettanto spumeggianti capaci di entrare in sintonia con il loro essere e la loro sensibilità, e ai sognatori e ai timidi libri senza parole dove sono le immagini a costruire ogni volta una storia diversa, oppure facciamo esattamente viceversa e stiamo a vedere cosa succede […].Non priviamo i nostri bambini di suoni belli, di parole armoniose, di trame complesse, di spunti di gioco interessanti: essi prenderanno della narrazione solo ciò che possono, ma non importa; noi gliela offriamo comunque su un piatto d’argento, luccicante e splendente in tutta la sua raffinatezza, poesia, magia.

Amiamo noi per primi i testi che proponiamo ai nostri bambini e il nostro entusiasmo sarà per loro contagioso”.

 

Diamo l’esempio: i libri sono oggetti preziosi. Se ci vedranno maneggiarli con cura, tenerli in ordine (la frase “Ogni cosa al suo posto, un posto per ogni cosa” non è così scontata), riporli in luoghi dedicati anche loro impareranno a rispettarli.

Possiamo creare un angolo dedicato, dove a rotazione esporre i libri. Può essere la mensola più bassa di uno scaffale, oppure una mensolina ad altezza “bimbi” dove riporre i volumi con la copertina esposta. Costruire piccole librerie con materiale riciclato (vedi le cassette di legno della frutta e della verdura) o convertire quelle già esistenti è un’ottima soluzione anche per risparmiare. Il web è pieno di idee fai da te di facile realizzazione (hacks). Aggiungete un tappeto e qualche cuscino per stare comodi seduti insieme, per fare spazio alle storie, alla voce e al contatto.

Per i bambini anche i più piccolini diventerà un punto di riferimento visivo dove potersi rasserenare in braccio alla mamma o al papà. Persino il bambino o la bambina più vivace un giorno troverà interessante le storie e le fiabe raccontate. Offrirgli solo ed esclusivamente libri-gioco non farà altro che posticipare il momento della lettura condivisa e lascerà poco spazio alle innumerevoli occasioni di dialogo profondo che potrete avere con lui o con lei di fronte alle illustrazioni e alle parole di un “BUON LIBRO”.

Come già accennato negli articoli precedenti riportando le riflessioni dello scrittore Bruno Tognolini, un libro può aiutarvi a trovare le parole dopo una giornata frenetica di lavoro o altro. Un libro può essere un punto di partenza verso la quiete e il riposo della notte, oppure l’inizio di un bel pomeriggio anche se fuori piove. E se invece fuori c’è il sole può essere un momento di ulteriore condivisione all’aperto, cullati ed accompagnati dai rumori tenui della Natura.

Concludo con una frase di Maria Montessori, l’ho incorniciata e appesa in soggiorno perché ci ricordi ogni giorno qual è la nostra missione di genitori:


[1] Vi consiglio di iscrivervi alla Newsletter sul sito http://www.radicelabirinto.it/. Nel blog Alessia Napolitano approfondisce numerose tematiche legate alla letteratura per l’infanzia, recensioni di libri e pubblicazioni per bambini e ragazzi.


Sul comodino ma non solo: libri dappertutto

Per la sezione dei consigli di oggi partiamo da alcuni…libri cartonati.

Vi segnalo la trilogia della scrittrice Giovanna Zoboli e dell’illustratore Philip Giordano.

  • Sul prato e sotto il prato
  • Nel cielo e nel mare
  • Quando il sole si sveglia

Editi dalla casa editrice Topipittori, i protagonisti di questi libri sono gli elementi naturali, il tempo e gli spazi.

Affinità e differenze si alternano e ciascuno racconta con frasi minime, essenziali ma cariche di significato i fenomeni della natura e offrono al bambino la possibilità di osservare i piccoli mutamenti e allo stesso tempo la sottile stabilità delle diverse creature raffigurate. Microcosmi che si amplificano racchiusi in illustrazioni raffinate e delicate.

Per proseguire con la tematica del mondo naturale e i suoi mutamenti, ecco uno dei miei albi illustrati non cartonato preferito: Le quattro stagioni di un ramo di melo di Anne Crausaz (editore L’Ippocampo).

Un anno, cinquantadue settimane. In primissimo piano vi è un ramo di un albero di melo. Il tempo scorre voltando le pagine. Un nuovo uccello si posa sul ramo e ci resta quel tanto che basta per farci scoprire i particolari del suo piumaggio, il suono del suo canto, il colore dei fiori e delle foglie, il freddo della neve e il caldo del sole primaverile.

Che noia direte voi…e invece scoprirete insieme al vostro bambino quanta vita accoglie un semplice ramo:  un luogo di rifugio per insetti e uccelli, un posto sicuro per cercare cibo e per riposarsi dopo il lungo viaggio migratorio. Un altro curioso microcosmo!

Altro libro non convenzionale è Cecino di Olalla Gonzalez con le illustrazioni di Marc Taeger (editore Kalandraka). Ciò che di primo impatto colpisce è il segno grafico. Sembra quasi disegnato proprio da un bambino. Le illustrazioni sembrano quasi “ingenue”, quasi infantili, stridono un poco con l’immaginario che  abbiamo noi adulti di quel che dovrebbe essere una illustrazione adatta ad essere pubblicata in un libro, ma creano un perfetto equilibrio con la storia narrata. Cecino è un moderno pollicino, un bambino piccolo di statura. Ed è proprio la sua statura la causa delle sue “piccole” disavventure. Un libro esilarante che racchiude nel testo una certa musicalità e per questo adatto alla lettura ad alta voce. La storia narrata lascia anche un messaggio finale rivolto a noi grandi: anche nei bambini più piccoli occorre riporre fiducia, permettendo loro di sperimentare e di mettersi in gioco per aiutarli a crescere.

E i libri di poesia si possono leggere ai neonati o ai bambini? Certo!

Se siete amanti delle poesie ecco un piccolo volume tascabile da portare sempre con voi:

Poesie della notte, del giorno, di ogni cosa intorno di Silvia Vecchini con le illustrazioni della vicentina Marina Marcolin (editore Topipittori). E’ un libro-tesoro da leggere e rileggere all’infinito. Ogni volta si scoprono sfumature e significati nuovi.

Incanto e ricordo, memoria e semplicità dei gesti. Le parole sono ricche e abbondanti. I nostri bambini ascoltano tutto e questo è un libro anche per loro.


Mariairene Didoni – Autrice – cura la rubrica “Un mondo di cose da leggere… più vicino di quanto immagini…

Mamma di Matilde e appassionata di libri e d’arte.

Sono laureata in Storia dell’Arte e conservazione dei beni artistici e sin da piccola il mondo dei libri e dell’illustrazione mi ha sempre affascinato. Mi dedico alla pittura ad acquerello e all’organizzazione di letture condivise per bambini come volontaria presso la Biblioteca del quartiere di Anconetta, succursale della sede centrale di Vicenza della Biblioteca Civica Bertoliana.

Ho seguito diversi seminari e corsi di formazione nell’ambito della promozione della lettura per tutte le età a partire dalla primissima infanzia ma anche dalle letture al pancione durante la gravidanza.

Sono diventata “Lettore Custode” grazie alla formazione ideata e realizzata da Alessia Napoletano presso la sua Libreria per l’Infanzia “Radice-Labirinto” di Carpi (MO). La metodologia del “Lettore custode” è in via di definizione e sperimentazione e si prefigge lo scopo di infondere l’amore per le storie e la lettura.

Diventare mamma mi ha dato la possibilità di riscoprire e riassaporare le mie diverse passioni e mi ha portato a “rileggere” nel vero senso della parola una lunga lista di libri, ripartendo dagli albi illustrati e dai grandi classici della letteratura per l’infanzia e per i ragazzi, oltre ad altri libri non convenzionali.

La mia mente ha sempre fame di parole e di immagini che facciano vibrare le corde del cuore e dell’anima.

Con la rubrica “Un mondo di cose da leggere” vorrei accompagnarvi e aiutarvi a far visita al vostro “io” bambino/bambina e a condividere con tutta la vostra famiglia le potenzialità che la lettura e i libri possono offrire.

“Vorrei che tutti leggessero. Non per diventare letterati o poeti, ma perché nessuno sia più schiavo”. (Gianni Rodari)

Arte e bambini. Sfumature d’arte nella didattica di Aprile!

Cos’è l’arte? Eterna domanda, che non ha ancora generato una risposta univoca e soddisfacente! Studiosi e filosofi hanno proposto centinaia di definizioni, ma qual’è quella corretta?

A questo proposito, ricordo un dibattito avvenuto con un amico anni fà. Voleva convincermi che la tecnica è un qualcosa di indispensabile per generare l’arte e che, dunque, un bravo artista deve possedere indiscutibilmente un’ottima tecnica. Bene, e poi? Ci ho riflettuto a lungo.

E’ davvero così? Gli artisti che sono passati alla storia, sono persone che eccellevano innanzitutto nella tecnica? Non ne sono sicura…. pensate a Van Gogh, di cui sta terminando la mostra proprio in questo periodo in Basilica Palladiana (a proposito, se non l’avete ancora vista, affrettatevi: “Van Gogh. Tra il grano e il cielo” fino all’8 Aprile!!! Per me ne vale davvero la pena!). Lui è diventato artista solo dopo i ventanni e dopo aver intrapreso una normale attività da impiegato. Il destino lo vuole all’interno di una casa d’arte parigina ed è così che inizia il suo interesse per le stampe, i disegni e in generale, il rapporto tra interiorità e espressione artistica. Non era un esperto di tecnica. Lo è diventato col tempo e a modo suo. Ma poco importa. Tutto il mondo lo conosce e lo ricorda. Non per il COME realizzava i suoi lavori, ma per quello che TRASMETTONO ancora oggi.

L’arte, quindi, forse, non è altro che un’esigenza del nostro intimo di parlare, dire, urlare o bisbigliare quello che ci germoglia dentro e che difficilmente riuscirebbe ad emergere in una normale conversazione. L’arte è la capacità di toccare più cuori e anime, di descrivere noi coinvolgendo tanti. E il come, è tutto una scoperta!!! Ognuno sceglie ciò che ritiene più adatto al proprio essere. Nessun limite!

E la didattica museale per le famiglie che ci riserva la nostra bellissima città per il mese di Aprile, fa emergere proprio questo concetto.

Non c’è un modo catalogato e definito per creare arte. E non c’è un risultato preciso cui arrivare. Si tratta semplicemente di mezzi e strumenti inusuali che possono dare contributi inaspettati. E infatti, le proposte sono moltissime ed estremamente variegate: slegate da un tema preciso, affrontano spazi artistici differenti (musica, parole, stoffe, palstica, colori, animali, giochi, viaggi esotici) e con l’uso di materiali paricolari approdano ad esplorare sfumature insolite.

Ecco dunque le offerte in ordine di data:
1 Aprile 2018

PALAZZO LEONI MONTANARI – PASQUA ALLE GALLERIE: L’ALBERO DEL MONDO ore 11.00 e ore 16.00:
Racconto animato 40 min.
Il mistero di un albero tutto da scoprire, una presenza simbolica al centro di un’antica icona, la cui generosa chioma abbraccia tempi e luoghi diversi, dal perduto giardino dell’Eden alla Gerusalemme celeste, città protesa verso l‘infinito. Ingresso gratuito e attività a pagamento. Età consigliata 4-12 anni.

2 Aprile 2018

PALAZZO LEONI MONTANARI – CHE LETTERA SEI? Ore 16.00:
Laboratorio espressivo 120 min.
Nel mondo dell’artista contemporaneo Grisha Bruskin. Ingresso a pagamento per gli adulti e attività a pagamento per i bambini. Età consigliata 4-12 anni.

8 Aprile 2018

PIAZZA DELLE ERBE – HULA HOOP ore 15.30-18.30:
Laboratorio creativo organizzato dal Palladio Museum con Non ho l’età – Mercato Antiquariato Collezionismo & Vintage
Per la storica rivista VOGUE architettura e moda hanno qualcosa in comune, «intercettano il cambiamento delle città e lo mostrano: l’una lo fa “abitando corpi”, l’altra vestendo i luoghi». In questo laboratorio bambini e bambine realizzeranno il più chiacchierato – e secondo noi il più architettonico – accessorio delle collezioni primavera/estate di qualche anno fa. Saranno in grado di superare l’originale? Per bambini dai 6 agli 12 anni, accompagnati da un adulto.
Max 20 bambini per ognuno dei due turni. Fasce orarie: 15.30 – 16.30 e 17.00 – 18.00
Ingresso libero, gradita la prenotazione a info@antiquariatovicenza.it o cell 3496410654

14 Aprile 2018

PALLADIO MUSEUM – GUARDA IN SU, GUARDA IN GIÙ, DAI IL COLORE CHE VUOI TU ore 16.00:
Laboratorio espressivo 90 min.
Entrare nel salone di Montano Barbarano e alzare la testa: si raccontano le imprese del generale romano Scipione e la sua vittoria sull’esercito cartaginese di Annibale. I riquadri sulle pareti narrano invece gli atti di coraggio e generosità di 12 imperatori romani. Non si tratta di affreschi ma di dipinti su tela incassati, i primi nei cassettoni del soffitto, gli altri dentro a cornici di stucco. Come si racconta un’avventura su stoffa? Attività gratuita e aperta a un massimo di 20 partecipanti dai 5 ai 12 anni. Prenotazione obbligatoria. I genitori dei bambini che hanno la tessera Palladio Museum Kids hanno diritto al biglietto d’ingresso ridotto al museo e alle mostre (6,00 €) e a uno sconto del 15% sull’acquisto degli articoli per bambini disponibili al bookshop.

MUSEO DI PALAZZO CHIERICATI – INTRECCI D’ARTE, I SUONI NASCOSTI ore 15.00
Laboratorio di arte e creatività organizzato dall’associazione Ardea 120 min:
Viaggio sonoro al Museo di Palazzo Chiericati. I bambini sono accompagnati a guardare i dipinti del Museo attraverso una percezione sinestetica, ad entrare nell’opera e a diventare attivi in essa con tutti i cinque sensi. Esplorando insieme sonorità diverse e attraverso il passaggio continuo tra memoria e sensazione, percezione ed estrazione, i bambini scopriranno i suoni nascosti nei dipinti con tanti materiali stimolanti per la creatività. Costruiranno degli intona-rumori per far risuonare forme e colori in un concerto collettivo, a creare un racconto sonoro del quadro. Costo di 10 euro a bambino (max 8 partecipanti). Età consigliata 5-8 anni.

15 Aprile 2018

PALAZZO LEONI MONTANARI – IL LIBRO D’ARTE: PAGINE INCANTATE ore 16.00:
Laboratorio espressivo 120 min.
Un’opera d’arte incontrata a Palazzo diventa punto di partenza per una nuova storia, ancora tutta da inventare. Dalla lettura creativa di un dipinto alla creazione di un breve racconto, in grado di ispirare una speciale pagina illustrata. Ingresso a pagamento per gli adulti e attività a pagamento per i bambini. Età consigliata 4-12 anni.

MUSEO DIOCESANO – AFRICA AFRICA ore 16.00
Attività e laboratorio 120 min

17 Aprile 2018

PALAZZO LEONI MONTANARI – ATTENTI AL LUPO ore 16.30:
Laboratorio espressivo 45 min.
Nella settimana del Baroccracking: inventare storie buffe o di paura ispirate al mondo degli animali. Creare figure colorate usando materiali atossici e naturali per modellazione. Ingresso a pagamento per gli adulti e attività gratuita per i bambini. Età consigliata 4-12 anni.

18 Aprile 2018

PALAZZO LEONI MONTANARI – UN SURICATO PER AMICO ore 16.30:
Laboratorio espressivo 45 min.
Nella settimana del Baroccracking: Si racconta che il suricato sia un vero nimale sociale, attento alle relazioni e i grado di rendersi utile alla propria comunità. Proviamo ad imparare qualcosa da lui, aprendoci ad un fantasioso gioco cooperativo che porta alla creazione di una simpatica schiera di animaletti colorati, liberamente ispirati alle incredibili storie di Palazzo Leoni Montanari. Ingresso a pagamento per gli adulti e attività gratuita per i bambini. Età consigliata 4-12 anni.

19 Aprile 2018

PALAZZO LEONI MONTANARI – ATTENTI AL LUPO ore 16.30:
Laboratorio espressivo 45 min.
Nella settimana del Baroccracking: inventare storie buffe o di paura ispirate al mondo degli animali. Creare figure colorate usando materiali atossici e naturali per modellazione. Ingresso a pagamento per gli adulti e attività gratuita per i bambini. Età consigliata 4-12 anni.

20 Aprile 2018

PALAZZO LEONI MONTANARI – ATTENTI AL LUPO ore 16.30:
Laboratorio espressivo 45 min.
Nella settimana del Baroccracking: inventare storie buffe o di paura ispirate al mondo degli animali. Creare figure colorate usando materiali atossici e naturali per modellazione. Ingresso a pagamento per gli adulti e attività gratuita per i bambini. Età consigliata 4-12 anni.

21 Aprile 2018

PALAZZO LEONI MONTANARI – UN SURICATO PER AMICO ore 16.30:
Laboratorio espressivo 45 min.
Nella settimana del Baroccracking: Si racconta che il suricato sia un vero nimale sociale, attento alle relazioni e i grado di rendersi utile alla propria comunità. Proviamo ad imparare qualcosa da lui, aprendoci ad un fantasioso gioco cooperativo che porta alla creazione di una simpatica schiera di animaletti colorati, liberamente ispirati alle incredibili storie di Palazzo Leoni Montanari. Ingresso a pagamento per gli adulti e attività gratuita per i bambini. Età consigliata 4-12 anni.

22 Aprile 2018

PALAZZO LEONI MONTANARI – SPECIAL DAY: IL PIANETA DEGLI ANIMALI ore 10.00-17.00:
Il cortile si trasforma in un tappeto magico popolato da animali di ogni specie, veri e immaginari. Una giornata in cui dare sfogo alla propria immaginazione creando con pennelli e gessetti un variopinto bestiario, lavorando all’aperto con tutta la famiglia. Ingresso a pagamento per gli adulti e attività gratuita per i bambini. Età consigliata 4-12 anni.

22 Aprile 2018

PALAZZO LEONI MONTNARI – LA MAGICA MELA ore 16.00:
Laboratorio espressivo 120 min.
Tantissimo tempo fà, in un luogo dove il sole ama tuffarsi nel mare, nacque una bimba davvero speciale, vestita di raggi dorati…. Ascoltare con orecchie, occhi e altri sensi una storia fantastica, ispirata ai preziosi vasi greci. Attività creativa: realizzare un curioso libretto illustrato. Ingresso a pagamento per gli adulti e attività a pagamento per i bambini. Età consigliata 4-12 anni.

29 Aprile 2018

PALAZZO LEONI MONTANARI – APELLE FIGLIO DI APOLLO ore 16.00:
Laboratorio espressivo 120 min.
Capire il linguaggio segreto degli antichi vasi greci e decorare un nuovo oggetto in ceramica traendo spunto da storie e miti presenti nella preziosa collezione delle Gallerie. Attività creativa: realizzare un disegno su ceramica. Ingresso a pagamento per gli adulti e attività a pagamento per i bambini. Età consigliata 4-12 anni.

CONTATTI

Evento associazione Ardea:
Info e prenotazioni Dott.ssa Anna Fressola cell 349 1476542 o Dott.ssa Valentina Pigozzo cell. 338 1872680 o pinacoteca@associazione-ardea.it

Palazzo Leoni Montanari:
Per partecipare ai racconti animati, alla caccia al dettaglio e ai laboratori è consigliata la prenotazione al numero di telefono 800 578875. Per info e contatti: Email info@palazzomontanari.com – sito www.gallerieditalia.com

Palladio Museum:
Per info e contatti: telefono 0444 323014 – Email didattica@palladiomuseum.org – sito www.palladiomuseum.org

Museo Diocesano:
Per info e contatti: telefono 0444 226400 – Email museo@vicenzachiesacattolica.it – sito www.museodiocesanovicenza.it


Elena PiazzaElena PiazzaAutrice cura la rubrica “Bambini a regola d’arte

Mamma di Cesare, Agostino e Letizia

Adoro tutto ciò che è arte, musica e letteratura. E sin da piccolina ho iniziato a esplorare questi mondi, che piano piano sono diventati i miei strumenti necessari per esprimermi.

Dai tre anni il disegno è diventata la mia passione. Ho continuato scegliendo di studiare arte e laureandomi in Archeologia. Ho fondato e gestito un’associazione culturale e ho trovato lavoro in un museo, dove svolgo diverse mansioni tra cui anche quella di operatrice didattica e guida. E’ un lavoro impegnativo che però mi permette di stare a contatto con persone di tutte le età, di tenermi allenata con lo studio, di approfondire continuamente diversi aspetti del mondo dell’arte e di tenermi aggiornata su tutto ciò che accade in città!

Figlia e sorella di musicisti ho masticato note e pentagrammi da quando sono nata. In particolare prediligo il canto che ho sempre esercitato facendo parte di vari cori e sperimentando generi diversi.

Diventata mamma (tris da pochissimo!!!) non ho rinunciato alle mie passioni e inclinazioni e cerco sempre di trovare un modo per conciliarle con la famiglia. Ed eccomi qui a provare a raccontare il mio mondo!

Arte e bambini. La didattica di Marzo

Eccomi, dopo alcuni mesi di pausa, tornata a occuparmi della didattica museale a Vicenza! La mia assenza non è stata causata dalla pigrizia o dalla mancanza di zelo verso questo mio impegno, ma, come voi tutte, sono una mamma e sono una mamma che dopo il periodo di maternità è dovuta rientrare al lavoro! Ahimè, il tentare di riuscire a conciliare impegni lavorativi, famiglia e aspirazioni è davvero arduo. E riprendere i ritmi con tre bimbi piccoli e in inverno, con tutti i malanni non è per niente facile!!!!

Perdonatemi, quindi, per questo silenzio!

Ma…. rieccomi piena di entusiasmo e di idee per raccontarvi quanti strumenti preziosi ci sono attorno a noi per introdurre l’arte ai bambini!

E quale mese migliore se non MARZO per ricominciare!

Nell’antico calendario romano, infatti, era questo il primo mese dell’anno, perchè vi riprendevano i lavori nei campi e si tornava a dedicarsi alle attività rimaste ferme dopo la pausa obbligata dovuta al gelo dell’inverno. In Marzo anticamente, si riattivavano anche le imprese belliche e l’arte della guerra. Marzo da Marte, il dio romano della guerra appunto.

Ma Marzo, il mese dal tempo capriccioso e pazzerello (ricordate il leprotto Marzolino che accompagna il Cappellaio Matto?), oggi per noi più che altro è il mese del bentornato alla Primavera, della festa delle donne e di quella del papà. Senza contare che quest’anno la fine di Marzo introduce alla Pasqua e alle relative giornate di festa! Davvero tante ricorrenze racchiuse in un periodo relativamente breve!

Ecco dunque cosa ci riserva la panoramica cittadina per l’arte in famiglia:

• Didattica gestita dall’associazione Ardea:

vengono proposti diversi percorsi per i più importanti siti cittadini (la chiesa di Santa Corona, la pinacoteca di Palazzo Chiericati, il Teatro Olimpico, il Museo del Risorgimento e della Resistenza e la Villa Rotonda) che possono essere richiesti dal Lunedì al Sabato nei pomeriggi e la Domenica sia al mattino che al pomeriggio. Ogni itinerario ha una durata di circa 90 minuti ed è previsto per un minimo di 10 partecipanti. E’ richiesta la prenotazione.

Info e prenotazioni cell 346 5933662 o pinacoteca@associazione-ardea.it

Didattica a Palazzo Leoni Montanari – Gallerie d’Italia. Appuntamenti:

4 Marzo 2018 APELLE FIGLIO DI APOLLO ore 16.00
Laboratorio espressivo 120 min:
Capire il linguaggio segreto degli antichi vasi greci, per decorare in seguito un nuovo oggetto in ceramica, traendo spunto da storie e miti presenti nella preziosa collezione delle Gallerie, in occasione della nuova mostra dedicata alla Seduzione nell’Antica Grecia. Ingresso gratuito e attività a pagamento. Età consigliata 4-12 anni.

18 Marzo 2018 CON PAPA‘ AL MUSEO ore 11.00 e ore 16.00
Racconto animato 40 min:
In occasione della festa del papà, ecco una giornata speciale per scoprire alcune avventure di un papà d’eccezione, il mitico Giove, re degli dei, e conoscere da vicino le imprese eroiche di suo figlio Ercolino. Ingresso a pagamento per gli adulti (ridotto per i papà) e attività a pagamento per i bambini. Età consigliata 4-12 anni.

25 Marzo 2018 L’UOVO DEL MONDO ore 16.00
Laboratorio espressivo 90 min:
Come nascono gli dei? Da neonati stanno in culla o crescono subito a dismisura? Quali sono i loro giochi preferiti? Una caccia al dettaglio per scoprire alcuni miti presenti sugli affreschi del palazzo e su alcuni vasi, partendo dal racconto dell’infanzia dei loro illustri protagonisti. Segue un’attività creativa che prevede la realizzazione di un’immagine pop-up. Ingresso a pagamento per gli adulti e attività a pagamento per i bambini. Età consigliata 4-12 anni.

Per partecipare ai racconti animati, alla caccia al dettaglio e ai laboratori è consigliata la prenotazione al numero di telefono 800 578875. Per info e contatti: Email info@palazzomontanari.com – sito www.gallerieditalia.com

Didattica al Palladio Museum. Appuntamenti:

24 Marzo 2018 L’UOVO INCANTATO ore 16.00
Laboratorio creativo 90 min:
La Pasqua si avvicina e anche il Palladio Museum si prepara al tradizionale dono delle uova. Come? Con un laboratorio che mette insieme architettura e decorazione, opere di Palladio e del pittore Anselmo Canera ma anche — e soprattutto! — di tutti i bambini. Dopo una caccia all’uovo fra gli affreschi originali del palazzo, ogni bambino costruirà il proprio uovo, lo dipingerà e lo userà per abbellire il cortile del museo. Alla fine potrà regalarlo a una persona cara. Attività gratuita e aperta a un massimo di 20 partecipanti dai 5 ai 12 anni. Prenotazione obbligatoria, entro le 14:00 di venerdì 23 marzo. I genitori dei bambini che hanno la tessera Palladio Museum Kids hanno diritto al biglietto d’ingresso ridotto al museo e alle mostre (6,00 €) e a uno sconto del 15% sull’acquisto degli articoli per bambini disponibili al bookshop.

Per info e contatti: telefono 0444 323014 – Email didattica@palladiomuseum.org – sito www.palladiomuseum.org

• Didattica al Museo Diocesano. Appuntamenti:

18 Marzo 2018 CACCIA ALL’UOVO ore 16.00
Attività e laboratorio 120 min
In occasione della vicina Pasqua viene organizzata una cacccia davvero speciale tra le opere del Museo Diocesano. Il pomeriggio proseguirà con un laboratorio di cucina creativa condotto da Elena Zanotto de “Il Mondo di Bu”. L’attività è gratuita grazie al contributo di Fondazione Giuseppe Roi; è necessaria la prenotazione al numero 0444/226400.

Per info e contatti: telefono 0444 226400 – Email museo@vicenzachiesacattolica.it – sito www.museodiocesanovicenza.it

  • Didattica al Museo Naturalistico Archeologico. Appuntamenti:

4 Marzo 2018 ALLA SCOPERTA DEI BERICI TRA NATURA E ARCHEOLOGIA ore 15.00
Attività e laboratorio 90 min.
Lo Studio D archeologia didattica museologia e la cooperativa sociale Scatola Cultura propongono un’attività didattica gratuita per famiglie che prevede un percorso guidato per adulti e un minilaboratorio per bambini dai 6 agli 11 anni attraverso le sale del museo.

Per informazioni e iscrizioni : 3479941448, info@studiodarcheologia.it.

• Didattica a Villa Valmarana ai Nani:

Sono disponibili per le famiglie, su prenotazione, i percorsi didattici pensati per le scuole.

Per info e contatti: telefono e fax 0444 321803 – Email info@villavalmarana.com – sito www.villavalmarana.com

“L’inchiostro verde crea giardini, selve, prati,
fogliami dove cantano le lettere,
parole che son alberi.”
(Octavio Paz)


Elena PiazzaElena PiazzaAutrice cura la rubrica “Bambini a regola d’arte

Mamma di Cesare, Agostino e Letizia

Adoro tutto ciò che è arte, musica e letteratura. E sin da piccolina ho iniziato a esplorare questi mondi, che piano piano sono diventati i miei strumenti necessari per esprimermi.

Dai tre anni il disegno è diventata la mia passione. Ho continuato scegliendo di studiare arte e laureandomi in Archeologia. Ho fondato e gestito un’associazione culturale e ho trovato lavoro in un museo, dove svolgo diverse mansioni tra cui anche quella di operatrice didattica e guida. E’ un lavoro impegnativo che però mi permette di stare a contatto con persone di tutte le età, di tenermi allenata con lo studio, di approfondire continuamente diversi aspetti del mondo dell’arte e di tenermi aggiornata su tutto ciò che accade in città!

Figlia e sorella di musicisti ho masticato note e pentagrammi da quando sono nata. In particolare prediligo il canto che ho sempre esercitato facendo parte di vari cori e sperimentando generi diversi.

Diventata mamma (tris da pochissimo!!!) non ho rinunciato alle mie passioni e inclinazioni e cerco sempre di trovare un modo per conciliarle con la famiglia. Ed eccomi qui a provare a raccontare il mio mondo!

Jenny e la nascita di Sophie

Ciao sono Jenny, volevo condividere con voi il racconto della nascita di Sophie!

Inizio il mio racconto con una premessa: durante l’ultima ecografia il medico vede il cuoricino della mia piccola che non è perfetto..

Mi consigliano di rivolgermi all’Ospedale di Verona dove c’è un team di medici esperti in cardiologia neonatale pronto ad intervenire subito dopo il parto, se fosse stato necessario.

Quindi potete ben capire come ho passato gli ultimi mesi di gravidanza, pianti, preoccupazioni, paure…

Era il 6 Luglio dello scorso anno, da un lato non vedevo l’ora di partorire per stringere la mia piccolina, ma dall’altro avevo paura di quello che poteva succedere.

Mi parlavano di una possibile operazione da fare immediatamente dopo la nascita o dopo qualche giorno, tutto si decideva al momento della nascita.

Quel mercoledì mi sentivo strana, avevo continue perdite e continuavo ad andare in bagno. Quando è arrivato mio marito dal lavoro ci siamo distesi insieme sul divano e ho dormito una mezz’ora, finché ho avuto la sensazione di dover andare in bagno per l’ennesima volta.

Vado in bagno e vedo acqua mista a sangue. Panico.

Esco dal bagno senza dire niente a nessuno e salgo le scale per andare nel bagno al piano superiore per cambiarmi gli slip. In quel momento sento un fiume lungo le gambe. Panico.

Chiamo mio marito dicendo: Vieni su un attimo? Lui arriva tranquillo e sereno e gli dico: Mi si sono rotte le acque penso!

Siamo partiti subito perché avevamo circa un’ora di strada.

Il viaggio è stato tranquillo perché non avevo contrazioni.

Appena arrivata verso le ore 20.00 mi hanno visitata e fatto il tracciato, avevo già cominciato a dilatarmi, ma sempre senza contrazioni.

Mi ricoverano e sistemano me e mio marito in una camera. Ogni ora passava un’ostetrica a visitarmi, per mia fortuna ero sempre più dilatata senza grossi dolori, quindi ho cominciato a camminare su e giu per i corridoi.

La prima contrazione forte è arrivata verso le 00.30, poi ne sono seguite altre, ma molto lontane tra loro. Ricordo ancora il dolore, è un dolore indescrivibile che ti piega.

Verso le 3.45 ho iniziato ad avere contrazioni più ravvicinate, mi hanno visitata nuovamente.

Alle 4.30 mi hanno guardata e mi hanno detto: Jenny andiamo in sala parto.

Da quel momento, appena distesa sul letto ho iniziato ad avere spinte ma le contrazioni erano sparite, quindi per spingere ho avuto un grosso aiuto da parte di mio marito che controllava il monitor del tracciato e mi diceva quando spingere. E’ stato il mio ostetrico!

Mi hanno fatto un piccolo taglio e alle 5.35 era nata la mia principessa!

Appena nata purtroppo l’hanno subito portata in terapia intensiva per controllarle il cuore e io ha avuto una brutta emorragia. Ho perso un sacco di sangue e grazie all’immediato intervento della ginecologa e dell’ostetrica sono ancora qui a raccontare la mia storia. Sono stati i miei angeli.

In quel momento il dolore di non avere la mia piccola li con me e io che mi sentivo uno straccio mi aveva buttata a terra.

Dopo due giorni ho avuto una notizia bellissima: è arrivata la cardiologa in camera e mi ha detto che la mia piccolina era sanissima e il suo cuore stava bene!

Non potete immaginare quanto ho pianto dalla felicità. Dal quando l’hanno portata in camera con me non ho più smesso di baciarla a coccolarla.

 

Sei una mamma che desidera raccontare la/le propria/e esperienza/e di parto? Manda il tuo racconto alla mail esseremammeavicenza@gmail.com

 

Ti racconto il mio parto!

“Ti racconto il mio parto”!

Rubrica per le mamme che desiderano condividere l’esperienza di come hanno dato alla luce i propri cuccioli.

Leggere e sentir raccontare di come sono venuti al mondo i figli delle altre donne mi regala sempre un’immensa emozione!

Che si parli di un parto “da manuale” o pieno di rischi e contrattempi, la vita che nasce è una delle vere magie di questo mondo e vale la pena raccontarla.

Per motivi emotivamente personali e per dare alle mamme la possibilità di condividere gioie e dolori di questo passo importante della loro vita, è nata la rubrica “Ti racconto il mio parto!”

Sei una mamma che desidera raccontare la/le propria/e esperienza/e di parto? Manda il tuo racconto alla mail esseremammeavicenza@gmail.com

Leggi i racconti delle altre mamme:

Elisabetta e la nascita di Martin

Silvia e le nascite di Giorgia e Marco

Barbara e la nascita di Gabriele

Elena e la nascita di Linda

Eleonora e la nascita di Valerio

Ambra e le nascite di Diletta e Aurora

Lisa e la nascita di Mia

AnnaLety e la nascita di Tommaso

Roberta e la nascita di Rachele e Diletta

Debora e le nascite di Asia ed Alessandro

Jessica e le nascite di Nicole, Mattia e Davide

Silvia Rosa e la nascita di Aurora

Giada e la nascita di Aurora

Serena e la nascita di Vittoria

Arianna e la nascita di Evelyn

Alessandra e le nascite di Aurora e Niccolò

Elena e la nascita di Francesca

Ingrid e la nascita di Joseline

Caterina e la nascita di Alessandra

 

 

 

Silvia Rosa e la nascita di Aurora

Per la rubrica “Ti racconto il mio parto”, Silvia Rosa ci parla della nascita della piccola Aurora

A

È la vigilia di Pasqua sono a 35+6 e sono ricoverata da un paio di giorni al San Bortolo di Vicenza a causa di pressione molto alta e proteinuria nelle urine. La gravidanza , fino a questo momento, é andata tutta speldidamente senza nessun tipo di problema ma da una settimana a questa parte ho iniziato a gonfiarmi come un pallone.. 1 kg ogni due giorni..

Sono le 20.30 è appena finito l’orario di visite e mio marito insieme a qualche parente sono appena andati a casa.. le ostetriche mi mandano giù in sala parto a fare il solito tracciato.. giù c’è calma e assoluto silenzio.. così tanto che dalla stanza accanto riesco a sentire il dott.Catapano che studia la mia situazione.. sento dire che ho valori troppo alti e che essendo ormai a 36 settimane era meglio far nascere la bimba.. in quel momento il mio cuore si riempie di gioia…non ero pronta a questa notizia, mancava ancora un mese, e pensare che l’avrei vista presto mi faceva davvero felice..avverto subito a casa e prometto che avrei chiamato non appena fosse partito tutto…

Le ostetriche e il dottore mi chiamano in una sala mi mettono la fettuccia e mi avvisano che ero già dilatata di 2 cm.. a quel punto mi rimandano in camera con l’augurio di rivederci presto in sala parto altrimenti avrebbero dovuto farmi il cesario il giorno seguente.

Salgo in camera e racconto tutto alla mia compagna di stanza mi sdraio e inizio a sentire le prime contrazioni… è la prima volta che le sento e non so quanto si faranno più dolorose..cammino un pò per il reparto e poi mi sdraio nuovamente prendendo sonno.

È la mattina di Pasqua mi sveglio e non sento più nulla, 0 contrazioni e allora mi rimandano ad eseguire il tracciato ed è proprio mentre lo faccio che mi si rompono le acque e iniziano contrazioni molto forti..mi visitano e sono dilatata di 3 cm.. fanno entrare mio marito e ci spostano in sala parto dicendomi però che ci sarebbero volute minimo un paio di ore.

In sala parto sono ancora sotto tracciato le contrazioni sono fortissime e continuo a mandare mio marito a chiamare qualche ostetrica..alla terza volta ne spunta una che visitandomi scopre con grande sorpresa che sono dilatata completamente..

Entrano in sala parto anche altre ostetriche insieme al ginecologo, 1..2..3 spinte ed ecco che alle 11.24 nasce il mio piccolo fagottino..2370 per 43cm.

Non la sento piangere subito e domando il perchè ma pochi secondi dopo sento il più bel pianto della mia vita..mio marito piange e io rido dall’emozione. Subito dopo me la posano nel petto..il mio piccolo amore♡♡… e poi la portano a lavarla con il papà e un paio di ore in incubatrice.

Una volta salita in reparto mi dicono di riposarmi ma io corro al nido e sto li seduta accanto finché non me la tirano fuori e me la portano in camera con me…e da lì non ci stacchiamo più!

Ecco è passato un anno da quel giorno ma é come fosse stato ieri..da quell’istante la mia vita è cambiata e ho provato un amore speciale indescrivibile!!