Archivi categoria: Bambini a regola d’arte

Rubrica per condividere l’arte in famiglia

Esplorazioni e mini museo inventato

Per bambini curiosi di ogni età dai 3 ai 99 anni!

Non so se avete notato anche voi ma tutti i bambini hanno un’innata propensione a raccogliere reperti e frammenti di elementi naturali e non solo e noi adulti non sempre diamo importanza a
questo gesto.

Con mia figlia Anna durante le vacanze estive abbiamo fatto lunghe passeggiate in spiaggia e ogni volta che Anna mi chiedeva di custodire i sui ritrovamenti ho preso sul serio la sua richiesta e così tornati a casa abbiamo inventato un “MINI MUSEO INVENTATO” che potesse raccontare quello che avevamo visto, osservato e vissuto. 

E’ nato così un gioco sorprendente!
Come si gioca?

  • cerchiamo un posto in casa o in qualsiasi luogo dove poter esporre i reperti, sarà utile fornire un cartoncino o comunque un supporto su cui poggiare gli oggetti trovati.
  • si osservano i vari elementi cogliendo differenze e caratteristiche
  • si catalogano i reperti secondo dei criteri che scelgono i bambini (per colore, per materiale, ecc…)
  • si crea così una piccola esposizione
  • invitiamo i bambini a dare un nome ai ritrovamenti e prepariamo dei biglietti con la didascalia.

E qui la fantasia e l’immaginazione non hanno confine!
Noi abbiamo trovato conchiglie meravigliose come la Conchiglia Regina, che si illumina al buio e pietre speciali come la Pietra Timboco che serve per pettinare i capelli

  • infine il bambino sceglie il nome da dare al suo museo, il nostro si chiama MUSEO DINDO


Un gioco divertente e consapevole che stimola immaginazione e fantasia ma soprattutto valorizza l’operato dei bambini e la loro voglia di scoprire ed esplorare e diventa un’occasione importante per analizzare, ordinare e classificare.

Avvicina i più piccoli al piacere del collezionare e a visitare altre collezioni nei musei, pensiamo ai Musei Naturalistici o di Archeologia presenti nelle nostre città.
Il gioco può continuare facendo realizzare ai bambini i biglietti d’ingresso al museo a cui tutti sono ovviamente invitati.

Prova anche tu a realizzare il tuo MUSEO INVENTATO degli “oggetti trovati”e se ti fa piacere condividi le tue foto taggando @voilaateliercreativo e usa l’hastag #museoinventato

Sarebbe bello veder girare sui social foto di Musei fatti dai bambini per gli adulti e diffondere cosi bellezza!


Nadia Fusco  – Autrice – cura la rubrica “Creattività

Ideatrice della rubrica “Voilà Atelier Creativo…esplora, crea, gioca”

Mamma di Anna e appassionata del fare con le mani, di artigianato, di arte e di Bruno Munari

Immaginate una bambina curiosa che passa il suo tempo a creare, esplorare la natura, a fare e disfare. Quella bambina sono io e quello era il mio modo per stare bene ieri ed è quello che mi fa felice oggi. Ho studiato arte alle superiori, design all’università e per 11 anni ho lavorato come designer di gioielli, nel frattempo mi sono specializzata come atelierista per bambini 0-6 anni e con la didattica de La Scuola del fare. Avevo un sogno nel cassetto, portare la magia della creatività dove serviva e oggi lo faccio con il mio progetto Voilà Atelier Creativo.

Cos’è Voilà Atelier Creativo?

Voilà Atelier Creativo è il tocco di una bacchetta che – come per magia – dà forma a laboratori e workshop creativi per bambini, ragazzi e adulti convinti che il gioco sia una cosa seria. Voilà è uno spazio errante: entra nelle case e nelle scuole, prende posto nelle piazze e nei parchi. Dove c’è bisogno di creatività, fantasia e sperimentazione, Voilà arriva. La magia prende ispirazione dalle idee di Bruno Munari e dal metodo Montessori. Per questo in ogni proposta c’è il piacere di usare mani ed immaginazione, l’utilizzo di materiali diversi – carta, stoffe, argilla, inchiostro, lana, pasta, tappi – e la convinzione che l’arte sia per tutti.

Con il progetto Voilà atelier creativo mi piacerebbe far riscoprire la poesia del fare con le mani, stimolare la creatività per sentirsi liberi di creare e sperimentare.

Voilà atelier creativo è anche party e gift ma per saperne di più visitate la pagina facebook o istagram Voilà Atelier creativo

Con questa rubrica vorrei condividere la mia passione nello sporcarmi le mani e insieme esplorare, creare e giocare.

Dimenticavo, adoro gli albi illustrati e ora che ho Anna, ho un motivo in più per comprarli, questa passione la condivido con i bambini durante le letture come volontaria presso la biblioteca di Villaggio del Sole, Vicenza.

Giocare e’ una cosa seria! I bambini di oggi sono gli adulti di domani, aiutiamoli a crescere liberi da stereotipi, aiutiamoli a sviluppare tutti i sensi, aiutiamoli a diventare piu’ sensibili.

Un bambino creativo e’ un bambino felice!

Bruno Munari – 1986

Un salto nella nostra storia. Il Museo del Risorgimento e della Resistenza

C’è un museo nella nostra bella ed elegante Vicenza, che sorge in una zona di pace e natura. Si tratta di un luogo piccolo e raccolto, ma impregnato di storia. Sto parlando del Museo del Risorgimento e della Resistenza, che in ogni sua teca, in ogni suo angolo, in ogni suo mattone, ci racconta della nostra città e dei cittadini che hanno combattuto e lottato per proteggerla e farla crescere e diventare la Vicenza che conosciamo oggi.

E’ un museo che ai miei bambini piace molto. Sono ancora piccoli e non conoscono ancora bene la storia, ma percepiscono che i materiali qui contenuti sono in un certo senso “sacri”, perché densi di un’importanza e una preziosità che non risiede tanto nel valore economico dell’oggetto, quanto nel suo significato, nel suo contributo al corso degli eventi che hanno costituito la città in cui sono nati, in cui vivono, in cui stanno crescendo e che stanno amando. Oggetti che in qualche modo, quindi, sono legati a loro e che sono fondamentali per la costituzione di un senso di appartenenza ad un territorio. Un germoglio di nozione di patria!

L’avventura poi comincia già solo nel raggiungerlo!

Sorgendo appena poco più su del santuario di Monte Berico, è raggiungibile in auto, o a piedi. E per chi ha voglia di fare una bella camminata, si può partire dalla Valletta del Silenzio, dove si trova l’inizio del sentiero di villa Giuccioli, che si inerpica serpeggiando per colle Ambellicopoli e raggiunge il parco del museo. Una ripida “scalinata” di circa venti minuti da togliere ,il fiato, ma che ad ogni minuto regala una vista sempre più spettacolare della nostra città! E arrivare in cima è davvero una gran soddisfazione!

Villa Giuccioli è il nome della villa sede del museo. Il nome deriva dal marchese Ignazio Guiccioli, patriota e politico italiano, che acquistò il complesso con il parco annesso nel 1853 e vi apportò alcune modifiche architettoniche, che rendono il sito come lo vediamo oggi.  Il tutto fu poi acquistato nel 1935 dal Comune di Vicenza. Questo luogo fu dunque adibito ad un museo che raccontasse gli avvenimenti che hanno coinvolto la città di Vicenza nel lungo periodo che và dalla caduta della Repubblica di Venezia alla Seconda Guerra Mondiale.

Immergendosi nelle piccole sale tematiche e osservando i materiali esposti, si entra dal vivo nel corso della storia e ci si rende subito conto di come Vicenza sia stata attiva e presente nei periodi rappresentati. Si possono ammirare cimeli bellici, quali armi, uniformi, oggetti per la cura e l’igiene personale, ma anche documenti, fotografie, ritagli di giornale e quadri che narrano spezzoni di questa nostra storia. Una storia che fa parte di noi e ci investe quotidianamente. Basti pensare al nome delle vie che ogni giorno percorriamo in auto o nelle quali viviamo, ai nomi delle scuole o delle istituzioni di cui ci serviamo o ai resti di monumenti che spesso abbiamo davanti agli occhi, i città o sui nostri monti, ma di cui forse non sempre sappiamo cogliere lo spessore.

Quindi, entriamo con rispetto in questo museo e prepariamoci a ripassare la storia del nostro amato Paese. Pronti?

La prima sala ci parla dell’esperienza napoleonica all’ indomani della caduta di Venezia. E’ il 26 aprile 1797 quando Girolamo Barbaro, ultimo Governatore della Repubblica lascia la città e entrano la truppe francesi portando nuovi ordinamenti e imposte di guerra. Dopo il trattato di Campoformio e gli avvenimenti che seguono la pace di Presburgo, il Veneto passa all’Austria. Parte del Regno Lombardo-Veneto, Vicenza diventa protagonista attiva nei moti del 1848, quando il 17 e il 18 marzo, avvengono le prime manifestazioni patriottiche che ottengono una nuova municipalità e la costituzione della Guardia Civica. E’ proprio davanti ad un elmo di questa istituzione che i miei bimbi rimangono incantati. Chissà, forse sono inconsapevolmente catturati dalla rilevanza storica di questa organizzazione, tipica del Risorgimento e considerata l’istituzione armata del popolo, contrapposta agli eserciti di mestiere, visti invece come strumenti di oppressione.

Il 20 maggio la città inizia ad essere attaccata dagli austriaci, che il 23 giungono a San Felice. E’ il 10 giugno invece, che le truppe del famoso maresciallo Radetzky si scontrano con le postazioni di Monte Berico al comando del generale Durando. I vicentini perdono il controllo del monte e la città è costretta alla resa.

Proseguendo nelle sale successive, facciamo un balzo avanti anche nella storia, per arrivare agli eventi garibaldini e alla spedizione dei mille che portò all’Unità d’Italia.

“Mamma, chi è quello?” Eccolo, un’immagine del mitico Giuseppe Garibaldi

E’ lui che al comando di tanti uomini dalle giubbe rosse, riuscì nella sua grande impresa di unificazione del Paese. E furono molti i vicentini che parteciparono all’avventura!!! Il Veneto venne ammesso al neonato Regno d’italia nel 1866 e la nostra città ricevette il conferimento del Valor militare per premiare il suo impegno durante i moti del 1848.

Eccoci poi arrivati alla Prima Guerra Mondiale.

Le nostre montagne sono state teatro di numerose battaglie in questo drammatico conflitto. E’ nel 1916 che gli Imperiali irrompono nella pianura veneta con una poderosa offensiva sul Pasubio e sull’Altopiano di Asiago. Vicenza, città di confine, viene dichiarata zona di guerra e a qui, per tutta la durata della guerra, passano moltissimi soldati provenienti da tutta Italia e non solo. Affascinante è vedere la cartina dei nostri monti assediati e martoriati e che ancora adesso portano il segno di quelle devastazioni militari. Andando spesso a passeggiare in montagna i bimbi hanno ancora il ricordo di forti e trincee trovati tra boschi e sentieri. Qui hanno combattuto anche i loro nonni, i loro antenati. E’ facile sentire il trasporto.

Terribili sono poi anche gli anni della Seconda Guerra Mondiale

I tedeschi occupano Vicenza tra l’8 e il 12 settembre del 1943. Numerose sono le testimonianze della resistenza nel nostro territorio, che collegata con gli alleati, si organizza in battaglioni, brigate e divisioni. Impressionanti sono gli strumenti di guerra, trasformati ed evoluti da quelli visti nelle prime sale: laddove prima c’erano sciabole, moschetti e baionette, ora vediamo maschere antigas, bombe a mano e radiotrasmettitori. La brutalità della guerra diventa ancora più intensa. E qui, nasce una riflessione spontanea sul bisogno di impegnarci tutti perché certe cose non accadano più, perché resti la pace e perché certi ricordi rimangano solo ricordi di noi adulti e siano utili a non ripetere certi devastanti meccanismi.

La visita termina qui. Si torna nella sala d’ingresso e si può uscire e godere del meraviglioso parco circostante. Un parco di ben 4 ettari con 536 piante tra alberi e arbusti, di flora locale e specie esotiche. Qui si può trovare un riparo dalla calura estiva e si può stendere una coperta e rilassarsi all’ombra di queste piante centenarie che chissà quanto anche loro possono raccontarci. Insomma, una storia ai piedi di altre storie.

La visita al parco e alla villa è gratuita.

Orario di apertura al pubblico:
  • invernale: dal 1 settembre al 30 giugno, da martedì a domenica dalle 9 alle 13 (ultima entrata 12.30) e dalle 14.15 alle 17 (ultima entrata 16.30)
  • estivo: dal 1 luglio al 31 agosto, da martedì a domenica dalle 10 alle 14 (ultima entrata 13.30)

Orario di apertura del parco:

  • da ottobre a marzo: da martedì a domenica dalle 9 alle 17.30
  • da aprile a settembre: da martedì a domenica dalle 9 alle 19.30

Per ulteriori info

https://www.museicivicivicenza.it/it/mrr/


bambini a regola d'arteElena PiazzaAutrice cura la rubrica “Bambini a regola d’arte

Mamma di Cesare, Agostino e Letizia

Adoro tutto ciò che è arte, musica e letteratura. E sin da piccolina ho iniziato a esplorare questi mondi, che piano piano sono diventati i miei strumenti necessari per esprimermi. Dai tre anni il disegno è diventata la mia passione. Ho continuato scegliendo di studiare arte e laureandomi in Archeologia. Ho fondato e gestito un’associazione culturale e ho trovato lavoro in un museo, dove svolgo diverse mansioni tra cui anche quella di operatrice didattica e guida. E’ un lavoro impegnativo che però mi permette di stare a contatto con persone di tutte le età, di tenermi allenata con lo studio, di approfondire continuamente diversi aspetti del mondo dell’arte e di tenermi aggiornata su tutto ciò che accade in città! Figlia e sorella di musicisti ho masticato note e pentagrammi da quando sono nata. In particolare prediligo il canto che ho sempre esercitato facendo parte di vari cori e sperimentando generi diversi.

Diventata mamma (tris da pochissimo!!!) non ho rinunciato alle mie passioni e inclinazioni e cerco sempre di trovare un modo per conciliarle con la famiglia. Ed eccomi qui a provare a raccontare il mio mondo!

 

Natura creativa? Visita ad Arte Sella!

E’ arrivata la tanto attesa estate!!! Gli obblighi scolastici sono finiti e si sono aperte splendide giornate piene di sole! Bisogna godersele il più possibile! Continuiamo quindi alla scoperta di spazi museali che danno respiro non sono all’animo ma anche al fisico: per questo appuntamento vi propongo una gita fuori porta! Ci spostiamo un po’ e andiamo fino al paesino di Borgo Valsugana per vedere un bellissimo esempio di Art In Nature, ovvero il sito di Arte Sella.

Ho scoperto questo luogo qualche anno fa e me ne sono subito innamorata e così i miei bambini. Da allora ogni anno torniamo a trovarlo e a dare aria a immaginazione e cuore!!!

DI COSA SI TRATTA?

Arte Sella è un’iniziativa che si colloca nel territorio, per ripensare e reinventare l’attività culturale nella nostra regione (il Trentino Alto Adige). Ricercare il valore culturale nel proprio periodo storico, sovvertire i valori estetici e mettere in discussione i valori nel periodo stesso in cui viene espresso. Il percorso espositivo, offre al pubblico un’esposizione qualitativa” Emanuele Montibeller, direttore artistico di Arte Sella

Arte Sella è dunque un bellissimo museo di arte contemporanea completamente all’aperto, che si snoda nella vicina Val di Sella. Nasce nel 1986, quando un gruppo di artisti locali, ammirando la loro valle, si trovano concordi nella necessità di esprimere, attraverso le loro opere, il profondo legame che coniuga l’arte e la natura. Ne nasce un luogo pieno di meraviglie in cui si può passeggiare, ascoltando i messaggi che l’arte emana attraverso la natura e che un gruppo di artisti ha saputo decifrare per noi. Immaginate: una valle, un bosco, il silenzio, il vento, un sentiero e a tratti… uno spunto di riflessione, una composizione originale, un insolito insieme di elementi naturali armoniosamente uniti e comunicanti. Il pensiero che si sviluppa in Arte Sella si inserisce perfettamente nel fenomeno artistico che nasce in Europa negli anni ’70 con il nome di Art in Nature.

ART IN NATURE: COS’E’?

Un fenomeno che considera la natura come un tesoro imprescindibile dall’essere umano, che và difeso e protetto. Perché esiste una sorta di patto silente tra uomo e paesaggio che deve essere rispettato. Un concetto questo, che gli artisti esplicitano con i loro lavori. Ogni opera viene realizzata con materiali completamente degradabili e acquisiti nel luogo in cui sarà collocata. Pertanto, il suo tempo di vita è limitato, circoscritto e stabilito dalla natura stessa. La sua bellezza consiste nell’esprimersi attraverso le reazioni spontanee che sbocciano con l’ambiente circostante e con il passare delle stagioni. Imprevedibile, spontaneo.

Pietra, terra, acqua, foglie, rami, non vengono trattati, ma solo manipolati in modo semplice, in base all’estro comunicativo dell’artista. Costui crea così un dialogo unico ed emozionale con la natura che prende in custodia l’opera e la protegge, la sviluppa e la rende parte di sé.

Arte Sella è uno degli esempi più importanti di Art in Nature in Italia. Gli artisti che l’hanno ideata, negli anni hanno fondato un’associazione e hanno coinvolto istituzioni locali, artisti internazionali e altre realtà, creando una rete di sostegno unita nell’intento di salvaguardare questo luogo. Il progetto iniziale si sviluppa nel giardino di Villa Strobele, ma col tempo cresce e aggiunge anche l’area di Malga Costa.

I percorsi espositivi sono tre:

Si possono fare tutti e tre in giornata, ma bisogna essere dei bravi camminatori. Altrimenti si possono selezionare i più brevi e tenere il più lungo per quando i bimbi saranno più allenati! Per esperienza, posso dire che i bambini rimangono sempre affascinati dalle composizioni che trovano lungo il sentiero. E spesso, da uno sguardo, riescono a capire meglio di noi adulti, qual è il messaggio in esse espresso. E’ una continua scoperta, uno stimolo a vedere ed esplorare sempre di più.

Il primo percorso è l’area di Malga Costa. Si tratta di un percorso ad anello di circa 1 Km con un tempo si visita previsto di circa 45 minuti. Qui si trovano le opere più importanti e spettacolari, come la celebre Cattedrale Vegetale, ovvero il simbolo di Arte Sella. Ideata da Giuliano Mauri, è uno splendido esempio di architettura naturale che si erge imponente nel paesaggio e i cui alberi in fila richiamano il colonnato di una cattedrale gotica.

Il secondo percorso è quello più impegnativo: il Sentiero Montura, che unisce il giardino di Villa Strobele all’Area di Malga Costa. E’ un sentiero che si snoda per 4 km tra viali, boschi e prati in cui poter ammirare le opere nel silenzio della natura.

Infine c’è il percorso del Giardino di Villa Strobele, che ospita istallazioni di architetti di fama internazionale.

Organizzare la visita:

E’ molto semplice. Sul sito di Arte Sella si trovano indicati i parcheggi e l’inizio dei percorsi. Quello di Malga Costa e di Villa Strobele sono accessibili con il pagamento di un biglietto valido per entrambi. Si può decidere di fare un pic nic o anche soffermarsi nelle due trattorie che si trovano lungo il percorso e in cui si mangia davvero molto bene.

Per qualsiasi altro dettaglio o informazione:

http://www.artesella.it/it/


Elena PiazzaElena Piazza – Autrice – cura la rubrica “Bambini a regola d’arte

Mamma di Cesare, Agostino e Letizia

Adoro tutto ciò che è arte, musica e letteratura. E sin da piccolina ho iniziato a esplorare questi mondi, che piano piano sono diventati i miei strumenti necessari per esprimermi.

Dai tre anni il disegno è diventata la mia passione. Ho continuato scegliendo di studiare arte e laureandomi in Archeologia. Ho fondato e gestito un’associazione culturale e ho trovato lavoro in un museo, dove svolgo diverse mansioni tra cui anche quella di operatrice didattica e guida. E’ un lavoro impegnativo che però mi permette di stare a contatto con persone di tutte le età, di tenermi allenata con lo studio, di approfondire continuamente diversi aspetti del mondo dell’arte e di tenermi aggiornata su tutto ciò che accade in città!

Figlia e sorella di musicisti ho masticato note e pentagrammi da quando sono nata. In particolare prediligo il canto che ho sempre esercitato facendo parte di vari cori e sperimentando generi diversi.

Diventata mamma (tris da pochissimo!!!) non ho rinunciato alle mie passioni e inclinazioni e cerco sempre di trovare un modo per conciliarle con la famiglia. Ed eccomi qui a provare a raccontare il mio mondo!

C’era una volta… Villa Valmarana ai Nani

C’era una volta …. oggi iniziamo così!  Con una fiaba! Perché a tutti piacciono le fiabe, ai grandi e ai piccini! Io le adoro, e non perdo occasione per scovarne di nuove con i miei bambini! Basta guardarsi intorno per scoprirle. Quindi, gambe in spalla, e partiamo!

Oggi andiamo a visitare la bellissima Villa Valmarana ai Nani, culla di arte mista a favolosi racconti e leggende. Si trova appena sopra Villa Rotonda ed è una meta consigliatissima per le famiglie con bimbi di tutte le età!

Perché?

Intanto perché anche solo il luogo in cui sorge è una meraviglia per gli occhi: un palazzo immerso nel verde che sorge in un bellissimo punto panoramico della nostra amata Vicenza. Inoltre, si può raggiungere in auto, ma anche a piedi e la PASSEGGIATA è un incanto.
Si parte dalla verde Valletta del Silenzio e, superata la già menzionata Villa di Palladio, si prosegue per una stradina di ciottoli che sale sul colle. Dieci minuti di suggestiva camminata e si apre un piazzale scenografico che reca l’accesso alla villa. Per i bimbi è come entrare in un luogo magico, circondato da alberi e silenzio: uno spazio senza tempo pronto a svelare i suoi misteri. E arrivati davanti al cancello, rimangono a bocca aperta:

“Mamma, che bello qui!”.

Il muro di cinta che custodisce la villa, poi, è già una curiosità da scoprire. Tanti nanetti di pietra che guardano dall’alto i nuovi arrivati. Tutti diversi tra loro. Ed iniziano le domande:

“Mamma, ecco perché la villa si chiama così! Ma come mai sono stati messi questi nanetti?”.

Ed ecco la prima storia!
Si narra infatti che una volta in questa magnifica dimora vivesse una dama, una principessa, una giovane signora, piccolissima di statura. Una nanetta graziosa e dolce. Il suo nome era LAYANA e i suoi genitori, preoccupati che lei potesse soffrire per la sua altezza e sentirsi diversa, decisero di tenerla sempre chiusa all’interno della villa e dei suoi giardini. Poi, la circondarono di una servitù composta solo da nanetti come lei, in modo che non potesse mai accorgersi che le persone fuori fossero differenti. E fu così che la fanciulla visse in questa sua bolla di sapone, protetta da una bugia raccontata per renderla felice. Un giorno però si scontrò con la verità. Il suo mondo si ruppe in un istante e il dolore fu molto molto grande.
Poi si attraversa finalmente l’ingresso e ci si incammina nel bellissimo viale per avviarsi verso la Palazzina o verso la Foresteria.

Mamma, ma chi abitava qui?”

La villa è stata costruita nel lontano 1669 dall’avvocato vicentino Giovanni Maria Bertolo. Lasciata in eredità alla figlia monaca, fu poi acquistata nel 1715 da Giustino Valmarana che la amplia e la fa affrescare dall’artista più famoso dell’epoca e dal suo talentuoso figlio, ovvero da Giambattista e Giandomenico TIEPOLO. Padre e figlio hanno riempito la villa di racconti e storie, usando ognuno il suo particolare tratto e il suo personale stile in perfetta armonia. Una affettuosa perfetta riuscita collaborazione famigliare che ha reso questa villa unica al mondo.

Mamma, ma quali  storie hanno raccontato i due Tiepolo?

E’ difficile riassumerle in breve. Ogni stanza della Palazzina, capolavoro del padre, e ogni ambiente della Foresteria, in cui emerge l’inventiva del figlio, sono ricche di personaggi e dettagli. Il filo conduttore della Palazzina è l’amore, mentre quello della Foresteria, la vita dell’epoca. Due temi diversi che riflettono anche le diverse inclinazioni dei due artisti.
Le storie amorose della PALAZZINA, narrano le vicende di dei ed eroi della classicità e dei grandi poemi: Ifigenia e Calcante, Briseide e Achille, Angelica e Medoro, Enea e Didone. L’ultimo episodio raccontato è quello preferito dai miei bimbi: La maga Armida, bellissima e spietata regina degli incantesimi, addormenta il cavaliere Rinaldo e lo porta nella sua dimora fatata per farlo innamorare di lei e non farlo proseguire per la guerra. Un giorno, quando arrivano a cercarlo i compagni Carlo e Ubaldo, Rinaldo si specchia in uno scudo incantato e sprezza la magia di Armida. Nonostante lei tenti di convincerlo a restare, lui fedele ai propri doveri, riprende la strada per la guerra.

Nella FORESTERIA gli affreschi ci presentano la vita di tutti i giorni della Venezia del 1700: le dame, riccamente vestite, la passione per spezie e stoffe provenienti dall’Oriente, il Carnevale, le attività contadine. Senza scordare le onnipresenti divinità dell’Olimpo, che sempre ci guardano dall’alto e che rappresentano nel bene e nel male tutte le caratteristiche dell’essere umano che pur cambiando tempi e luoghi, rimangono intatte.
Usciti infine di nuovo all’aperto ci si può concedere la scoperta dei giardini.

Mamma, cosa c’è là in fondo? E là?”

Per i bimbi è tutta una corsa! Guardare i colori delle rose e sentire il profumo degli alberi sul davanti, per poi addentrarsi nei tunnel verdi delle carpinate e raggiungere il ninfeo con un tritone e infine trovare il teatrino nascosto nel giardino all’italiana. Angoli deliziosi a cui dedicare attenzione che rimangono nel cuore e incorniciano perfettamente la visita.

Villa Valmarana ai nani è gestita con cura e attenzione ancora oggi dalla famiglia ed è aperta al pubblico tutti i giorni con orario 10.00-18.00

Per informazioni

https://www.villavalmarana.com/


Elena PiazzaElena Piazza – Autrice – cura la rubrica “Bambini a regola d’arte

Mamma di Cesare, Agostino e Letizia

Adoro tutto ciò che è arte, musica e letteratura. E sin da piccolina ho iniziato a esplorare questi mondi, che piano piano sono diventati i miei strumenti necessari per esprimermi.

Dai tre anni il disegno è diventata la mia passione. Ho continuato scegliendo di studiare arte e laureandomi in Archeologia. Ho fondato e gestito un’associazione culturale e ho trovato lavoro in un museo, dove svolgo diverse mansioni tra cui anche quella di operatrice didattica e guida. E’ un lavoro impegnativo che però mi permette di stare a contatto con persone di tutte le età, di tenermi allenata con lo studio, di approfondire continuamente diversi aspetti del mondo dell’arte e di tenermi aggiornata su tutto ciò che accade in città!

Figlia e sorella di musicisti ho masticato note e pentagrammi da quando sono nata. In particolare prediligo il canto che ho sempre esercitato facendo parte di vari cori e sperimentando generi diversi.

Diventata mamma (tris da pochissimo!!!) non ho rinunciato alle mie passioni e inclinazioni e cerco sempre di trovare un modo per conciliarle con la famiglia. Ed eccomi qui a provare a raccontare il mio mondo!

Ripartiamo dall’arte: Villa La Rotonda!

L’ARTE è un bene primario e universale perché apre la mente, disseta gli occhi e riempie l’anima di bellezza. Ci rende consapevoli e orgogliosi di cosa può l’uomo con la sua creatività e di cosa è capace di comunicare usando semplici colori, forme, strumenti …. I bambini lo sanno già!!!! E sono abilissimi a riconoscere ogni sentimento e ogni messaggio nascosto nelle opere di pittura, scultura, architettura, musica.
In questo periodo così difficile e sofferto in tutto il mondo, è necessario, anzi indispensabile, ricordarsi dell’arte, così da sopravvivere non solamente nel fisico, ma anche nello spirito.

A breve i luoghi che ci parlano di arte, finalmente, dovrebbero poter essere nuovamente accessibili. E perché non tornare a respirarne la perfezione, l’armonia e l’originalità?

Da dove ricominciare?

Vicenza è ricca di spunti e proposte. Mi sono fermata a riflettere su cosa mi piacerebbe ritrovare con i miei bambini e dopo pochi istanti avevo già la risposta in mente! E’ primavera, l’aria si sta scaldando, il cielo è luminoso, la natura è ricca di colori e profumi e noi arriviamo esausti da un periodo costretti al chiuso.

Quindi, perché non tornare al monumento che ci invidia tutto il mondo? A quella meravigliosa architettura ammirata da secoli e che è divenuta il simbolo della nostra città? Sto ovviamente parlando di VILLA CAPRA, detta LA ROTONDA

La curiosità dei bambini

Ci siete mai stati? Io, devo ammetterlo, l’ho visitata per la prima volta non molti anni fa e il merito è tutto dei miei figli. Abitando appena fuori Vicenza, lungo la Riviera Berica, infatti, ci passiamo di fronte in auto quasi ogni giorno. E per loro è sempre stato normale vedere quella bellissima villa immersa nel verde, incorniciata dalle nuvole, su quel piccolo colle prima di entrare in città. E appena hanno iniziato a parlare e a fare qualche discorsetto, hanno cominciato a farmi moltissime domande a riguardo: “Mamma, come si chiama quel posto?” “Mamma, chi l’ha costruita?” “Mamma, andiamo a vederla una volta?” “Mamma, ti ricordi che dobbiamo andare a visitare la Rotonda?”.

E così, con il nome di Andrea Palladio sulle labbra e la curiosità negli occhi ho tenuto fede alla promessa e li ho portati a vedere la Rotonda.

E’ stata una bellissima esperienza che sicuramente ripeteremo. Perché questo meraviglioso edificio che può sembrare così intoccabile, austero, fragile e maestoso è capace di incantare noi adulti, ma sa anche essere accogliente, dolce, interessante. E soprattutto sa raccontare tanto anche ai nostri bambini!

Cosa? Da dove iniziare? FORME

Entrati dal cancello e imboccato il vialetto che porta verso l’attuale ingresso principale, possiamo ad esempio parlare di FORME GEOMETRICHE! Già perché la pianta della villa è formata da un quadrato che si immerge in una croce greca. Ciò che ne esce è un edificio completamente simmetrico e iscrivibile in un cerchio perfetto. E poi, e poi ecco che ogni lato combacia con quello accanto, come fossero quattro fratelli gemelli, con le stesse fattezze e caratteristiche, ma con piccoli dettagli che i distinguono. Ogni facciata ha la usa loggia con la sua gradinata. Ogni ingresso conduce con un vestibolo, alla sala centrale, sormontata da una cupola. E arrivati alla sala centrale, il cuore della villa, si rimane a bocca aperta per la bellezza delle decorazioni.

Di chi è stata l’idea? I PERSONAGGI

Solitamente ci si chiede come mai questa villa sia così piccola e come mai sia disposta in questo modo particolare. Non sembra vivibile. Poche stanze, disposte in modo nè funzionale né pratico. I bambini, in particolare, subito cercano le camere o la cucina! In realtà questa villa doveva essere un piccolo e intimo rifugio. Il committente, tal PAOLO ALMERICO, un nobile vicentino che, dopo aver fatto carriera in ambito ecclesiastico, ad un certo punto decide di ritirarsi a vita privata. Vuole un posticino tutto per sé in cui vivere i suoi ultimi anni. Non ha famiglia e non gli servono grandi spazi. Vuole un luogo essenziale, bello, originale, che parli della sua vita e del suo pensiero.

Incontra il giovane architetto ANDREA PALLADIO, una promessa dell’arte veneta, il quale gli costruisce un luogo unico, che racconta la ricchezza e la nobiltà del proprietario, e che dimostra come l’arte che si ispira alla grandezza della Grecia e di Roma, con semplicità e purezza, possa rappresentare la perfezione. La Rotonda è una villa che potrebbe essere definita come la personificazione della PERFEZIONE MATEMATICA. Un esempio senza tempo di armonia, equilibrio e forme

Palladio scrive tutto questo nei suoi “Quattro Libri dell’architettura”, pubblicati a Venezia nel 1570. Qui raccoglie tutte le sue idee creative e tutti i suoi progetti. Questi volumi diventano in breve molto famosi e vengono consultati da architetti e urbanisti di tutto il mondo. La sua arte è così speciale che diviene celebre anche fuori dai nostri confini! Piace moltissimo in Inghilterra e in America. Qui addirittura viene considerata rappresentativa di un’epoca di alta civiltà estetica e morale, il ‘500 italiano.

In cos’altro possiamo soffermarci con i nostri bimbi? DECORAZIONI E GIARDINI

Possiamo ammirare con attenzione gli AFFRESCHI e le SCULTURE. Osservare la maestria degli artisti come Alessandro Maganza e Louis Dorigny che con le immagini hanno raccontato tantissime storie che ci narrano di virtù e di divinità. Riusciamo a riconoscerle? Ad esempio possiamo trovare, tra le altre la Fama, la Temperanza, la Religione, sulla cupola, o, nella sala centrale, i mitici Giove, Bacco, Venere, Apollo, Saturno, Diana, Marte e Mercurio.

Tra le parti più mozzafiato della visita alla villa c’è il PARCO esterno: un insieme di angoli verdi con prati, alberi, cespugli e fiori che si susseguono su questo colle scelto apposta da Almerico per la sua caratteristica posizione rispetto alla sua città. E’ una scoperta continua il trovare gli angoli nascosti di questi giardini. I bambini, dopo essersi concentrati sulle bellezze interne, possono finalmente correre, saltare, esplorare. Il tutto è, inoltre, condito da un panorama scenografico che spunta dalla stupenda terrazza verde disposta su uno dei lati dell’edificio.

Cosa ne dite? Vale la pena di visitare questo piccolo scrigno di arte?

E allora, un po’ di pazienza ancora e poi programmiamo questa piccola gita alla scoperta di Villa Capra, detta La Rotonda!!!!!!

Per orari e prezzi di visita:

www.villalarotonda.it


bambini a regola d'arteElena PiazzaAutrice cura la rubrica “Bambini a regola d’arte

Mamma di Cesare, Agostino e Letizia

Adoro tutto ciò che è arte, musica e letteratura. E sin da piccolina ho iniziato a esplorare questi mondi, che piano piano sono diventati i miei strumenti necessari per esprimermi. Dai tre anni il disegno è diventata la mia passione. Ho continuato scegliendo di studiare arte e laureandomi in Archeologia. Ho fondato e gestito un’associazione culturale e ho trovato lavoro in un museo, dove svolgo diverse mansioni tra cui anche quella di operatrice didattica e guida. E’ un lavoro impegnativo che però mi permette di stare a contatto con persone di tutte le età, di tenermi allenata con lo studio, di approfondire continuamente diversi aspetti del mondo dell’arte e di tenermi aggiornata su tutto ciò che accade in città! Figlia e sorella di musicisti ho masticato note e pentagrammi da quando sono nata. In particolare prediligo il canto che ho sempre esercitato facendo parte di vari cori e sperimentando generi diversi.

Diventata mamma (tris da pochissimo!!!) non ho rinunciato alle mie passioni e inclinazioni e cerco sempre di trovare un modo per conciliarle con la famiglia. Ed eccomi qui a provare a raccontare il mio mondo!

DICEMBRE. Didattica in città

  • Dicembre. Il mese di festa. Il mese dell’attesa. Il mese del Natale. Il mese della fine e del nuovo inizio. Il mese dei propositi, dei regali sotto l’albero, della famiglia, dello stare insieme, delle abbuffate, della neve, degli affetti, della cioccolata calda, dei canti e dei maglioni di lana.

Ogni giorno una corsa, un incrocio di appuntamenti per arrivare alle tanto sognate ferie!

E nel frattempo?

Ricordiamoci di respirare e prendere fiato. E cos’è meglio d un pizzico di ARTE come boccata di ossigeno per il nostro spirito?
Ecco, dunque, come di consueto gli appuntamenti di didattica museale a Vicenza per il prossimo mese.

Vi consiglio, inoltre, di fare una capatina alla mostra “Il trionfo del colore” divisa nelle due sedi di Palazzo Chiericati e Palazzo Leoni Montanari, per rivivere i colori e la magia del secolo d’oro della Serenissima, il Settecento, e per confondersi tra le pennellate che ritraggono la nostra terra e le nostre bellissime città, prima tra tutte la stupenda Venezia.

Buona lettura e buone visite!

1 DICEMBRE

PALAZZO LEONI MONTANARI
FAMILY LAB: RITROVARSI IN UN’IMMAGINE … ore 10.00-17.00:
Dal selfie alla risata, dalla curiosità alla narrazione: quattro opere da scoprire, giocando con il proprio smartphone, per comporre un fantasioso puzzle di immagini. In occasione della mostra Paparazzi. Fotografi e divi dalla Dolce Vita a oggi. Percorso ludico, da svolgere in autonomia. Età consigliata 4/12 anni. Costo: 3 euro a bambino + biglietto d’ingresso per accompagnatore.

2 DICEMBRE

PALAZZO LEONI MONTANARI
FAMILY LAB: RITROVARSI IN UN’IMMAGINE … ore 10.00-17.00:
Dal selfie alla risata, dalla curiosità alla narrazione: quattro opere da scoprire, giocando con il proprio smartphone, per comporre un fantasioso puzzle di immagini. In occasione della mostra Paparazzi. Fotografi e divi dalla Dolce Vita a oggi. Percorso ludico, da svolgere in autonomia. Età consigliata 4/12 anni. Costo: 3 euro a bambino + biglietto d’ingresso per accompagnatore.

UNO SPAZIO PER LE FAMIGLIE. CHE STILE! LABORATORIO D’ARTE ore 16.00
Laboratorio creativo 90 min.
Passeggiando tra le fotografie dei divi del cinema, scoprire alcuni oggetti misteriosi del passato. Curiosi occhiali, borsette, cappelli, orologi e gioielli capaci di ispirare la nostra fantasia. Laboratorio d’arte: realizzare un oggetto “portasegreti”.
Età consigliata da 4 a 12 anni. Costo: 5 euro a bambino + biglietto d’ingresso ridotto per accompagnatore.
Prenotazione obbligatoria.

8 DICEMBRE

PALAZZO LEONI MONTANARI
FAMILY LAB: RITROVARSI IN UN’IMMAGINE … ore 10.00-17.00:
Dal selfie alla risata, dalla curiosità alla narrazione: quattro opere da scoprire, giocando con il proprio smartphone, per comporre un fantasioso puzzle di immagini. In occasione della mostra Paparazzi. Fotografi e divi dalla Dolce Vita a oggi. Percorso ludico, da svolgere in autonomia. Età consigliata 4/12 anni. Costo: 3 euro a bambino + biglietto d’ingresso per accompagnatore.

9 DICEMBRE

PALAZZO CHIERICATI
TUTTI I COLORI DEL CIELO ore 15.00
Visita alla mostra “Il trionfo del colore. Da Tiepolo a Canaletto e Guardi” e laboratorio artistico/creativo curati dall’associazione culturale Ardea. Il costo (comprensivo di biglietto di ingresso, prenotazione e laboratorio) è di 16,50 euro. Durata 2 ore.

PALAZZO LEONI MONTANARI
FAMILY LAB: RITROVARSI IN UN’IMMAGINE … ore 10.00-17.00:
Dal selfie alla risata, dalla curiosità alla narrazione: quattro opere da scoprire, giocando con il proprio smartphone, per comporre un fantasioso puzzle di immagini. In occasione della mostra Paparazzi. Fotografi e divi dalla Dolce Vita a oggi. Percorso ludico, da svolgere in autonomia. Età consigliata 4/12 anni. Costo: 3 euro a bambino + biglietto d’ingresso per accompagnatore.

15 DICEMBRE

PALLADIO MUSEUM
UN ARCHITETTO IN FAMIGLIA: E LUCE FU ore 16.00:
Laboratorio creativo 90 min.
Quante volte l’architettura e il design si ispirano alla natura… Per illuminare il prossimo Natale il nostro modello sarà l’alveare, la sua perfetta struttura geometrica e anche il suo colore, brillante e traslucido insieme. Per bambini che non hanno paura del buio (ma si emozionano con la luce). Massimo 20 partecipanti dai 5 ai 12 anni; prenotazione obbligatoria entro le 12:00 di venerdì 14 dicembre. Costi: intero per bambini e adulti € 6,00 (ingresso al museo + lab), ridotto per chi possiede la nuova tessera Palladio Museum Kids € 2,00.

PALAZZO LEONI MONTANARI
FAMILY LAB: RITROVARSI IN UN’IMMAGINE … ore 10.00-17.00:
Dal selfie alla risata, dalla curiosità alla narrazione: quattro opere da scoprire, giocando con il proprio smartphone, per comporre un fantasioso puzzle di immagini. In occasione della mostra Paparazzi. Fotografi e divi dalla Dolce Vita a oggi. Percorso ludico, da svolgere in autonomia. Età consigliata 4/12 anni. Costo: 3 euro a bambino + biglietto d’ingresso per accompagnatore.

16 DICEMBRE

PALAZZO LEONI MONTANARI
FAMILY LAB: RITROVARSI IN UN’IMMAGINE … ore 10.00-17.00:
Dal selfie alla risata, dalla curiosità alla narrazione: quattro opere da scoprire, giocando con il proprio smartphone, per comporre un fantasioso puzzle di immagini. In occasione della mostra Paparazzi. Fotografi e divi dalla Dolce Vita a oggi. Percorso ludico, da svolgere in autonomia. Età consigliata 4/12 anni. Costo: 3 euro a bambino + biglietto d’ingresso per accompagnatore.

UNO SPAZIO PER LE FAMIGLIE: L’UOVO DEL MONDO ore 16.00
Laboratorio creativo 90 min.
Come nascono gli dei? Da neonati stanno in culla o crescono subito a dismisura? Quali sono i loro giochi preferiti? Una caccia al dettaglio per scoprire alcuni miti presenti sugli affreschi del palazzo e su alcuni vasi, partendo dal racconto dell’infanzia dei loro illustri protagonisti. Attività creativa: realizzare un’immagine pop-up. Età consigliata da 4 a 12 anni. Costo: 5 euro a bambino + biglietto d’ingresso ridotto per accompagnatore. Prenotazione obbligatoria.

22 DICEMBRE

PALAZZO LEONI MONTANARI
FAMILY LAB: RITROVARSI IN UN’IMMAGINE … ore 10.00-17.00:
Dal selfie alla risata, dalla curiosità alla narrazione: quattro opere da scoprire, giocando con il proprio smartphone, per comporre un fantasioso puzzle di immagini. In occasione della mostra Paparazzi. Fotografi e divi dalla Dolce Vita a oggi. Percorso ludico, da svolgere in autonomia. Età consigliata 4/12 anni. Costo: 3 euro a bambino + biglietto d’ingresso per accompagnatore.

23 DICEMBRE
PALAZZO CHIERICATI
TUTTI I COLORI DEL CIELO ore 15.00
Visita alla mostra “Il trionfo del colore. Da Tiepolo a Canaletto e Guardi” e laboratorio artistico/creativo curati dall’associazione culturale Ardea. Il costo (comprensivo di biglietto di ingresso, prenotazione e laboratorio) è di 16,50 euro. Durata 2 ore.

PALAZZO LEONI MONTANARI
FAMILY LAB: RITROVARSI IN UN’IMMAGINE … ore 10.00-17.00:
Dal selfie alla risata, dalla curiosità alla narrazione: quattro opere da scoprire, giocando con il proprio smartphone, per comporre un fantasioso puzzle di immagini. In occasione della mostra Paparazzi. Fotografi e divi dalla Dolce Vita a oggi. Percorso ludico, da svolgere in autonomia. Età consigliata 4/12 anni. Costo: 3 euro a bambino + biglietto d’ingresso per accompagnatore.

29 DICEMBRE
PALAZZO LEONI MONTANARI
FAMILY LAB: RITROVARSI IN UN’IMMAGINE … ore 10.00-17.00:
Dal selfie alla risata, dalla curiosità alla narrazione: quattro opere da scoprire, giocando con il proprio smartphone, per comporre un fantasioso puzzle di immagini. In occasione della mostra Paparazzi. Fotografi e divi dalla Dolce Vita a oggi. Percorso ludico, da svolgere in autonomia. Età consigliata 4/12 anni. Costo: 3 euro a bambino + biglietto d’ingresso per accompagnatore.

30 DICEMBRE
PALAZZO LEONI MONTANARI
FAMILY LAB: RITROVARSI IN UN’IMMAGINE … ore 10.00-17.00:
Dal selfie alla risata, dalla curiosità alla narrazione: quattro opere da scoprire, giocando con il proprio smartphone, per comporre un fantasioso puzzle di immagini. In occasione della mostra Paparazzi. Fotografi e divi dalla Dolce Vita a oggi. Percorso ludico, da svolgere in autonomia. Età consigliata 4/12 anni. Costo: 3 euro a bambino + biglietto d’ingresso per accompagnatore.

Palazzo Leoni Montanari:
Per partecipare ai racconti animati, alla caccia al dettaglio e ai laboratori è consigliata la prenotazione al numero di telefono 800 578875. Per info e contatti: Email info@palazzomontanari.com – sito www.gallerieditalia.com

Palladio Museum:
Per info e contatti: telefono 0444 323014 – Email didattica@palladiomuseum.org – sito www.palladiomuseum.org – Pagina Fb Palladio Museum

Palazzo Chiericati (Ardea):
Per info e prenotazioni: cel. 346 5933662 – Email pinacoteca@associazione-ardea.it

 

Elena PiazzaElena Piazza – Autrice – cura la rubrica “Bambini a regola d’arte

Mamma di Cesare, Agostino e Letizia

Adoro tutto ciò che è arte, musica e letteratura. E sin da piccolina ho iniziato a esplorare questi mondi, che piano piano sono diventati i miei strumenti necessari per esprimermi.

Dai tre anni il disegno è diventata la mia passione. Ho continuato scegliendo di studiare arte e laureandomi in Archeologia. Ho fondato e gestito un’associazione culturale e ho trovato lavoro in un museo, dove svolgo diverse mansioni tra cui anche quella di operatrice didattica e guida. E’ un lavoro impegnativo che però mi permette di stare a contatto con persone di tutte le età, di tenermi allenata con lo studio, di approfondire continuamente diversi aspetti del mondo dell’arte e di tenermi aggiornata su tutto ciò che accade in città!

Figlia e sorella di musicisti ho masticato note e pentagrammi da quando sono nata. In particolare prediligo il canto che ho sempre esercitato facendo parte di vari cori e sperimentando generi diversi.

Diventata mamma (tris da pochissimo!!!) non ho rinunciato alle mie passioni e inclinazioni e cerco sempre di trovare un modo per conciliarle con la famiglia. Ed eccomi qui a provare a raccontare il mio mondo!

 

 

NOVEMBRE. DIDATTICA IN CITTA’

Novembre. Eccoci giunti al’unidicesimo mese dell’anno. E’ iniziato con giorni carichi di pioggia, che ci annunciano con decisione che l’estate è ufficialmente finita e l’inverno è alle porte. Ammetto che per me ha un sapore casalingo. Proprio così. Mi ricorda il compleanno di mia sorella, le prove di canto emozionate in vista delle feste del prossimo mese, la quotidianità di casa e lavoro, il cambio dell’armadio, i dolci in forno. Profumo di famiglia e amici.

Sto scrivendo dalla mia cucina, mentre fuori il cielo è plumbeo e gli alberi intorno sembrano lacrimare tristemente, tra sfumature di verdi e gialli ingrigiti. I bimbi giocano nella stanza accanto. Oggi non si esce ma ci si coccola e ci si riposa. Insieme.

Tradizionalmente però è conosciuto come un mese ricco di contrasti, che ha ispirato, per le loro composizioni, poeti e musicisti. Le festività dei santi e dei morti che accompagnano con sacralità all’estate di San Martino, mentre sulle montagne compaiono le prime coltri bianche: silenziosa e rituale poesia.

La didattica museale come sempre rimane attiva ed è ancora più appropriata e adatta a colmare il tempo di queste giornate fredde e piovose. Dentro un museo, tra le opere d’arte della nostra città, imparando in famiglia, con serenità e calore.

Ecco le proposte di Novembre!

1 NOVEMBRE

PALAZZO LEONI MONTANARI

FAMILY LAB: RITROVARSI IN UN’IMMAGINE … ore 10.00-17.00:

Dal selfie alla risata, dalla curiosità alla narrazione: quattro opere da scoprire, giocando con il proprio smartphone, per comporre un fantasioso puzzle di immagini. In occasione della mostra Paparazzi. Fotografi e divi dalla Dolce Vita a oggi. Percorso ludico, da svolgere in autonomia. Età consigliata 4/12 anni. Costo: 3 euro a bambino + biglietto d’ingresso per accompagnatore.

BASILICA PALLADIANA

PASSEGGIATA DIDATTICA ore 11.00 e 17.30:

Tutti i possessori del biglietto di ingresso alla Basilica avranno la possibilità di essere accompagnati dalle esperte di didattica museale di Ardea alla scoperta del gioiello palladiano. Ingresso gratuito. La guida offrirà il servizio anche per un solo visitatore fino ad un massimo di 25 persone.

2 NOVEMBRE

BASILICA PALLADIANA

PASSEGGIATA DIDATTICA ore 11.00 e 17.30:

Tutti i possessori del biglietto di ingresso alla Basilica avranno la possibilità di essere accompagnati dalle esperte di didattica museale di Ardea alla scoperta del gioiello palladiano. Ingresso gratuito. La guida offrirà il servizio anche per un solo visitatore fino ad un massimo di 25 persone.

3 NOVEMBRE

PALAZZO LEONI MONTANARI

FAMILY LAB: RITROVARSI IN UN’IMMAGINE … ore 10.00-17.00:

Dal selfie alla risata, dalla curiosità alla narrazione: quattro opere da scoprire, giocando con il proprio smartphone, per comporre un fantasioso puzzle di immagini. In occasione della mostra Paparazzi. Fotografi e divi dalla Dolce Vita a oggi. Percorso ludico, da svolgere in autonomia. Età consigliata 4/12 anni. Costo: 3 euro a bambino + biglietto d’ingresso per accompagnatore.

4 NOVEMBRE

PALAZZO LEONI MONTANARI

FAMILY LAB: RITROVARSI IN UN’IMMAGINE … ore 10.00-17.00:

Dal selfie alla risata, dalla curiosità alla narrazione: quattro opere da scoprire, giocando con il proprio smartphone, per comporre un fantasioso puzzle di immagini. In occasione della mostra Paparazzi. Fotografi e divi dalla Dolce Vita a oggi. Percorso ludico, da svolgere in autonomia. Età consigliata 4/12 anni. Costo: 3 euro a bambino + biglietto d’ingresso per accompagnatore.

UNO SPAZIO PER LE FAMIGLIE. CHE STILE! LABORATORIO D’ARTE ore 16.00

Laboratorio creativo 90 min.

Passeggiando tra le fotografie dei divi del cinema, scoprire alcuni oggetti misteriosi del passato. Curiosi occhiali, borsette, cappelli, orologi e gioielli capaci di ispirare la nostra fantasia. Laboratorio d’arte: realizzare un oggetto “portasegreti”.
Età consigliata da 4 a 12 anni. Costo: 5 euro a bambino + biglietto d’ingresso ridotto per accompagnatore.
Prenotazione obbligatoria.

10 NOVEMBRE

PALAZZO LEONI MONTANARI

FAMILY LAB: RITROVARSI IN UN’IMMAGINE … ore 10.00-17.00:

Dal selfie alla risata, dalla curiosità alla narrazione: quattro opere da scoprire, giocando con il proprio smartphone, per comporre un fantasioso puzzle di immagini. In occasione della mostra Paparazzi. Fotografi e divi dalla Dolce Vita a oggi. Percorso ludico, da svolgere in autonomia. Età consigliata 4/12 anni. Costo: 3 euro a bambino + biglietto d’ingresso per accompagnatore.

11 NOVEMBRE

PALAZZO LEONI MONTANARI

FAMILY LAB: RITROVARSI IN UN’IMMAGINE … ore 10.00-17.00:

Dal selfie alla risata, dalla curiosità alla narrazione: quattro opere da scoprire, giocando con il proprio smartphone, per comporre un fantasioso puzzle di immagini. In occasione della mostra Paparazzi. Fotografi e divi dalla Dolce Vita a oggi. Percorso ludico, da svolgere in autonomia. Età consigliata 4/12 anni. Costo: 3 euro a bambino + biglietto d’ingresso per accompagnatore.

UNO SPAZIO PER LE FAMIGLIE. APELLE FIGLIO DI APOLLO ore 16.00

Laboratorio creativo 90 min.

Capire il linguaggio segreto degli antichi vasi greci, e decorare un nuovo oggetto in ceramica, traendo spunto da storie e miti presenti nella preziosa collezione delle Gallerie. Attività creativa: realizzare un disegno su ceramica.
Età consigliata da 4 a 12 anni. Costo: 5 euro a bambino + biglietto d’ingresso ridotto per accompagnatore.
Prenotazione obbligatoria.

17 NOVEMBRE

PALAZZO LEONI MONTANARI

FAMILY LAB: RITROVARSI IN UN’IMMAGINE … ore 10.00-17.00:

Dal selfie alla risata, dalla curiosità alla narrazione: quattro opere da scoprire, giocando con il proprio smartphone, per comporre un fantasioso puzzle di immagini. In occasione della mostra Paparazzi. Fotografi e divi dalla Dolce Vita a oggi. Percorso ludico, da svolgere in autonomia. Età consigliata 4/12 anni. Costo: 3 euro a bambino + biglietto d’ingresso per accompagnatore.

PALLADIO MUSEUM

UN REGALO PER ANDREA ore 16.00:

Laboratorio di design

18 NOVEMBRE

PALAZZO LEONI MONTANARI

FAMILY LAB: RITROVARSI IN UN’IMMAGINE … ore 10.00-17.00:

Dal selfie alla risata, dalla curiosità alla narrazione: quattro opere da scoprire, giocando con il proprio smartphone, per comporre un fantasioso puzzle di immagini. In occasione della mostra Paparazzi. Fotografi e divi dalla Dolce Vita a oggi. Percorso ludico, da svolgere in autonomia. Età consigliata 4/12 anni. Costo: 3 euro a bambino + biglietto d’ingresso per accompagnatore.

MUSEO DIOCESANO

CONVIVIUM ROMANORUM ore 14.00 e ore 16.00:

Laboratorio creativo 90 min.

Le sale del museo sono aperte ai più piccoli accompagnati da genitori, nonni o zii. La bellezza, l’arte e la cultura saranno meravigliose compagne di viaggio che porteranno, attraverso il gioco e vari laboratori, a condividere momenti indimenticabili per una domenica insieme. Questo appuntamento è con la creativa Elena Zanotto del “mondo si Bu”.

24 NOVEMBRE

PALAZZO LEONI MONTANARI

FAMILY LAB: RITROVARSI IN UN’IMMAGINE … ore 10.00-17.00:

Dal selfie alla risata, dalla curiosità alla narrazione: quattro opere da scoprire, giocando con il proprio smartphone, per comporre un fantasioso puzzle di immagini. In occasione della mostra Paparazzi. Fotografi e divi dalla Dolce Vita a oggi. Percorso ludico, da svolgere in autonomia. Età consigliata 4/12 anni. Costo: 3 euro a bambino + biglietto d’ingresso per accompagnatore.

25 NOVEMBRE

PALAZZO LEONI MONTANARI

FAMILY LAB: RITROVARSI IN UN’IMMAGINE … ore 10.00-17.00:

Dal selfie alla risata, dalla curiosità alla narrazione: quattro opere da scoprire, giocando con il proprio smartphone, per comporre un fantasioso puzzle di immagini. In occasione della mostra Paparazzi. Fotografi e divi dalla Dolce Vita a oggi. Percorso ludico, da svolgere in autonomia. Età consigliata 4/12 anni. Costo: 3 euro a bambino + biglietto d’ingresso per accompagnatore.

Passeggiate in Basilica Palladiana:

Info e prenotazioni cell 346 5933662 – Email ass.ardea@gmail.com – Pagina Fb Ardea Associazione per la didattica museale

Palazzo Leoni Montanari:
Per partecipare ai racconti animati, alla caccia al dettaglio e ai laboratori è consigliata la prenotazione al numero di telefono 800 578875. Per info e contatti: Email info@palazzomontanari.com – sito www.gallerieditalia.com

Palladio Museum:
Per info e contatti: telefono 0444 323014 – Email didattica@palladiomuseum.org – sito www.palladiomuseum.org – Pagina Fb Palladio Museum

Museo Diocesano:
Per info e contatti: telefono 0444 226400 – Email museo@vicenzachiesacattolica.it – sito www.museodiocesanovicenza.it


Elena PiazzaElena PiazzaAutrice cura la rubrica “Bambini a regola d’arte

Mamma di Cesare, Agostino e Letizia

Adoro tutto ciò che è arte, musica e letteratura. E sin da piccolina ho iniziato a esplorare questi mondi, che piano piano sono diventati i miei strumenti necessari per esprimermi.

Dai tre anni il disegno è diventata la mia passione. Ho continuato scegliendo di studiare arte e laureandomi in Archeologia. Ho fondato e gestito un’associazione culturale e ho trovato lavoro in un museo, dove svolgo diverse mansioni tra cui anche quella di operatrice didattica e guida. E’ un lavoro impegnativo che però mi permette di stare a contatto con persone di tutte le età, di tenermi allenata con lo studio, di approfondire continuamente diversi aspetti del mondo dell’arte e di tenermi aggiornata su tutto ciò che accade in città!

Figlia e sorella di musicisti ho masticato note e pentagrammi da quando sono nata. In particolare prediligo il canto che ho sempre esercitato facendo parte di vari cori e sperimentando generi diversi.

Diventata mamma (tris da pochissimo!!!) non ho rinunciato alle mie passioni e inclinazioni e cerco sempre di trovare un modo per conciliarle con la famiglia. Ed eccomi qui a provare a raccontare il mio mondo!

Ottobre d’arte. Didattica a Vicenza.

Magico OTTOBRE! Ormai l’autunno è iniziato ma le giornate di sole non ci abbandonano ed ancora bello poter passare i pomeriggi al parco o organizzare una gita in bicicletta! Assorbiamo e godiamo di questo calore prolungato mentre programmiamo i prossimi mesi di freddo.

Cosa accade in Ottobre? E’ un mese molto fortunato per l’arte!

Innanzitutto c’è la Giornata ABI-INVITO A PALAZZO, Sabato 6 ottobre. Di cosa si tratta?
E’ una manifestazione annuale che prevede, ogni primo sabato di ottobre, l’apertura con visite guidate e gratuite delle sedi storiche delle banche e delle Fondazioni di origine bancaria nelle città italiane.
L’obiettivo è di dare la possibilità a decine di migliaia di cittadini, turisti e appassionati di visitare questi palazzi, generalmente chiusi perché sedi di lavoro.
Nelle più recenti edizioni, la giornata di apertura è stata estesa alle sedi bancarie che operano in edifici moderni di particolare valore architettonico.

Segue poi la Giornata del Contemporaneo, Sabato 13 ottobre. Di cosa si tratta? E’ un grande evento che AMACI (Associazione dei musei d’arte contemporanea italiani) dedica all’arte contemporanea e al suo pubblico. I musei associati ad AMACI o tutti quelli che liberamente aderiscono all’iniziativa aprono gratuitamente le loro porte e offrono mostre, laboratori, visite guidate…. Per conoscere da vicino l’arte di oggi.

Infine, ecco le Giornata F@mu, la Giornata delle famiglie al Museo, Domenica 14 ottobre. I musei di tutta Italia aprono le loro porte alle famiglie e offorno loro variegate attività. Titolo della Giornata 2018 è “Piccolo ma prezioso” ed è un omaggio a tutti i piccoli musei, strettamente legati al territorio, che ogni anno partecipano all’iniziativa “Famiglie al museo”, ma anche ai bambini destinatari dell’iniziativa.

Quindi Ottobre mese d’arte. Perché non approfittarne? Scopriamo insieme cosa offre in questo periodo la città ai nostri piccoli e a noi famiglie!

TUTTI I GIORNI (ESCLUSO LUNEDI)
BASILICA PALLADIANA
PASSEGGIATA DIDATTICA ore 11.00 e ore 17.30
Tutti i possessori del biglietto di ingresso alla Basilica avranno la possibilità di essere accompagnati dalle esperte di didattica museale di Ardea alla scoperta del gioiello palladiano. Dopo una breve introduzione sull’origine e collocazione dei primitivi palazzi comunali, verrà infatti trattato il significato storico e artistico della loro trasformazione nel Palazzo della Ragione, con l’annessione delle prime logge “Formenton” sostituite poi da quelle palladiane. Le visite didattiche proseguiranno poi al primo piano, dove verrà posta particolare attenzione, dal portale d’ingresso, al salone e al loggiato, lungo il quale sarà esposto materiale strutturato che aiuterà a visualizzare i passaggi della spiegazione. L’ascesa alla terrazza, l’osservazione dell’originario paramento bicromo, il corredo statuario e la grande volta carenata concluderanno la visita. Ingresso gratuito. La guida offrirà il servizio anche per un solo visitatore fino ad un massimo di 25 persone

6 OTTOBRE 2018
PALAZZO LEONI MONTANARI (Tutte le attività sono gratuite in occasione della giornata ABI)

ore 10.00-17.00 FAMILY LAB: RITROVARSI IN UN’IMMAGINE…
Dal selfie alla risata, dalla curiosità alla narrazione: quattro opere da scoprire, giocando con il proprio smartphone, per comporre un fantasioso puzzle di immagini.
Percorso ludico, da svolgere in autonomia.
Età consigliata 4/12 anni.

Ore 10.30 e ore 15.00 UNO SPAZIO PER FAMIGLIE. UN VASO RACCONTA … RACCONTO ANIMATO
Laboratorio espressivo 45 min
Tante storie e curiosità contenute nell’immagine ideata da un importante artista del passato, abilissimo ma perfettamente sconosciuto. Proviamo a immaginare il suo volto, ascoltando con gli occhi il misterioso racconto del suo disegno, tracciato a pennello sul corpo di un prezioso vaso in ceramica.
Età consigliata da 4 a 12 anni.

7 OTTOBRE 2018
PALAZZO LEONI MONTANARI

ore 10.00-17.00 FAMILY LAB: RITROVARSI IN UN’IMMAGINE…
Dal selfie alla risata, dalla curiosità alla narrazione: quattro opere da scoprire, giocando con il proprio smartphone, per comporre un fantasioso puzzle di immagini.
Percorso ludico, da svolgere in autonomia.
Età consigliata 4/12 anni. Costo: 3 euro a bambino + biglietto d’ingresso per accompagnatore.

MUSEO NATURALISTICO ARCHEOLOGICO

Ore 15.00 ORSI E UOMINI: A CACCIA NEL PALEOLITICO
Attività gratuita per famiglie nell’ambito della mostra “Orsi & uomini. Una preistoria dei colli Berici”. Breve visita alla mostra approfondendo il tema ella caccia nelle preistoria. Segue un minilaboratorio dedicato all’uso della pelle e dei colori nella preistoria. Prenotazione consigliata.

13 OTTOBRE 2018

PALAZZO LEONI MONTANARI

ore 10.00-17.00 FAMILY LAB: RITROVARSI IN UN’IMMAGINE…
Dal selfie alla risata, dalla curiosità alla narrazione: quattro opere da scoprire, giocando con il proprio smartphone, per comporre un fantasioso puzzle di immagini.
Percorso ludico, da svolgere in autonomia.
Età consigliata 4/12 anni. Costo: 3 euro a bambino + biglietto d’ingresso per accompagnatore

14 OTTOBRE 2018

PALAZZO LEONI MONTANARI

ore 10.00-17.00 FAMILY LAB: RITROVARSI IN UN’IMMAGINE…
Dal selfie alla risata, dalla curiosità alla narrazione: quattro opere da scoprire, giocando con il proprio smartphone, per comporre un fantasioso puzzle di immagini.
Percorso ludico, da svolgere in autonomia.
Età consigliata 4/12 anni. Costo: 3 euro a bambino + biglietto d’ingresso per accompagnatore.

Ore 16.00 UNO SPAZIO PER LE FAMIGLIE. LA MAGICA MELA
Laboratorio espressivo 90 min.
Tantissimo tempo fa, in un luogo dove il sole ama tuffarsi nel mare, nacque una bimba davvero speciale, vestita di raggi dorati… Ascoltare con orecchie, occhi e altri sensi una storia fantastica, ispirata ai preziosi vasi greci. Attività creativa: realizzare di un curioso libretto illustrato.
Età consigliata da 4 a 12 anni. Ingresso gratuito, in occasione della Giornata F@Mu Famiglie al Museo.
Prenotazione obbligatoria.

PALLADIO MUSEUM

10.30-12.00 PICCOLO MA PREZIOSO
Laboratorio creativo 90 min.
Forse non tutti sanno che… Andrea Palladio, oltre a costruire oggetti grandissimi come case, palazzi, chiese, ponti, ne realizzò di molto più piccoli e maneggevoli: libri. Nel 1554 pubblica due guide ai monumenti di Roma in un formato tascabile, più o meno la dimensione di una cartolina. Sedici anni dopo dà alle stampe un volume un po’ più grande, all’incirca come un foglio A4, uno dei libri di architettura più influenti della cultura occidentale. Sulle orme del grande architetto del Rinascimento, ogni giovane partecipante a questo laboratorio creativo costruirà il proprio libro di architettura, piccolo ma prezioso! Prenotazione obbligatoria. Costi: intero per bambini e adulti € 6,00 (ingresso al museo + lab), ridotto per chi possiede la tessera Palladio Museum Kids € 2,00 (ingresso al museo + lab).

20 OTTOBRE 2018

PALAZZO LEONI MONTANARI
ore 10.00-17.00 FAMILY LAB: RITROVARSI IN UN’IMMAGINE…
Dal selfie alla risata, dalla curiosità alla narrazione: quattro opere da scoprire, giocando con il proprio smartphone, per comporre un fantasioso puzzle di immagini.
Percorso ludico, da svolgere in autonomia.
Età consigliata 4/12 anni. Costo: 3 euro a bambino + biglietto d’ingresso per accompagnatore.

PALLADIO MUSEUM
Ore 11.00 e 16.00 LO SPAZIO NELLA MENTE DEI BAMBINI
Laboratorio percettivo-costruttivo
Sappiamo come vedono il mondo i cani, i gatti, le api… e i nostri bambini? Vi aspettiamo con un divertente gioco sensoriale-architettonico per scoprire cosa passa nella mente dei bambini quando entrano in relazione con un nuovo ambiente e per dare forma agli spazi della loro immaginazione.
Prenotazione obbligatoria. Attività gratuita in collaborazione con Fondazione Zoé, nell’ambito del programma Vivere sani, Vivere bene

21 OTTOBRE 2018

PALAZZO LEONI MONTANARI
ore 10.00-17.00 FAMILY LAB: RITROVARSI IN UN’IMMAGINE…
Dal selfie alla risata, dalla curiosità alla narrazione: quattro opere da scoprire, giocando con il proprio smartphone, per comporre un fantasioso puzzle di immagini.
Percorso ludico, da svolgere in autonomia.
Età consigliata 4/12 anni. Costo: 3 euro a bambino + biglietto d’ingresso per accompagnatore.

Ore 16.00 UNO SPAZIO PER LE FAMIGLIE. CHE STILE! LABORATORIO D’ARTE
Laboratorio espressivo 90 min.
Passeggiando tra le fotografie dei divi del cinema, scoprire alcuni oggetti misteriosi del passato. Curiosi occhiali, borsette, cappelli, orologi e gioielli capaci di ispirare la nostra fantasia. Laboratorio d’arte: realizzare gli occhiali delle meraviglie con cui ornare in modo originale il proprio volto.
Età consigliata da 4 a 12 anni. Costo: 5 euro a bambino + biglietto d’ingresso ridotto per accompagnatore.
Prenotazione obbligatoria.

27 OTTOBRE 2018

PALAZZO LEONI MONTANARI

ore 10.00-17.00 FAMILY LAB: RITROVARSI IN UN’IMMAGINE…
Dal selfie alla risata, dalla curiosità alla narrazione: quattro opere da scoprire, giocando con il proprio smartphone, per comporre un fantasioso puzzle di immagini.
Percorso ludico, da svolgere in autonomia.
Età consigliata 4/12 anni. Costo: 3 euro a bambino + biglietto d’ingresso per accompagnatore.

28 OTTOBRE 2018

PALAZZO LEONI MONTANARI
ore 10.00-17.00 FAMILY LAB: RITROVARSI IN UN’IMMAGINE…
Dal selfie alla risata, dalla curiosità alla narrazione: quattro opere da scoprire, giocando con il proprio smartphone, per comporre un fantasioso puzzle di immagini.
Percorso ludico, da svolgere in autonomia.
Età consigliata 4/12 anni. Costo: 3 euro a bambino + biglietto d’ingresso per accompagnatore.

Passeggiate in Basilica Palladiana:
Info e prenotazioni cell 346 5933662 – Email ass.ardea@gmail.com – Pagina Fb Ardea Associazione per la didattica museale

Palazzo Leoni Montanari:
Per partecipare ai racconti animati, alla caccia al dettaglio e ai laboratori è consigliata la prenotazione al numero di telefono 800 578875. Per info e contatti: Email info@palazzomontanari.com – sito www.gallerieditalia.com

Palladio Museum:
Per info e contatti: telefono 0444 323014 – Email didattica@palladiomuseum.org – sito www.palladiomuseum.org – Pagina Fb Palladio Museum

Museo Naturalistico Archeologico:
Per info e contatti: telefono 349 1364173 – Email scatolacultura@gmail.com

Settembre. Didattica in città.

SETTEMBRE. Il settimo mese dell’anno è iniziato e porta con sé il profumo degli zaini e delle merende, accompagnato dalle voci entusiaste e emozionate dei bambini di tutte le età che tornano a varcare gli ingressi delle scuole dopo la pausa estiva. Le vacanze li hanno caricati di ricordi, emozioni ed esperienze. Arricchiranno il loro futuro e serviranno come bagaglio energetico per affrontare l’impegno scolastico, il freddo e il buio dell’inverno.

Noi adulti… bè, anche noi adulti, ci lasciamo alle spalle orizzonti di mare, montagna, parchi e colline, anche fossero solo quelle dietro casa nostra, che baciate dal sole rinfrancano l’animo e ci danno il buongiorno al mattino. Siamo pronti, anzi, dobbiamo essere pronti per ripartire e rituffarci nella vita di tutti i giorni, con i mille appuntamenti, gli orari da rispettare e le continue scadenze!!!!

Ma l’arte ci circonda, sempre e nonostante tutto.

E sarebbe bello riuscire a trovare un pochino di tempo da dedicarle ogni tanto per far rifiorire la nostra creatività, la nostra fantasia e la nostra immaginazione, che a volte rischiano di spegnersi tra bollette, corse e visite mediche. Farlo con i bambini poi, che spesso vedono ciò che a noi adulti sfugge… magia!

Rieccomi quindi tornata per riassumervi gli appuntamenti di didattica museale previsti per il mese di Settembre.

Nella mia esperienza lavorativa ho constatato che ci sono molti bimbi appassionati d’arte e di storia che apprezzano la bellezza e i racconti a lei dedicati sin da giovanissimi. Per questo ho inserito, accanto agli appuntamenti laboratoriali per i bambini, anche le iniziative di visite guidate, che ci offre la nostra città e che potranno risultare delle occasioni imperdibili non solo quindi per noi adulti, ma anche per queste menti curiose di conoscere i segreti di luoghi e monumenti.

A voi la scelta!

SETTEMBRE 2018

TUTTI I GIORNI (ESCLUSO LUNEDI)

BASILICA PALLADIANA – PASSEGGIATA DIDATTICA ore 11.00 e ore 17.30 (alle 18.30 tra il 26 e il 30 settembre):

Tutti i possessori del biglietto di ingresso alla Basilica avranno la possibilità di essere accompagnati dalle esperte di didattica museale di Ardea alla scoperta del gioiello palladiano. Ingresso gratuito. La guida offrirà il servizio anche per un solo visitatore fino ad un massimo di 25 persone.

15 SETTEMBRE 2018

PALAZZO LEONI MONTANARI – PASSEGGIATA D’ARTE ore 16.30:

Visita guidata 30 min.

Fascino e virtù nel mondo antico, tra mito e vita quotidiana. Dalla ceramica attica e magnogreca alla decorazione barocca del palazzo. Prenotazione consigliata. Numero minimo di 5 persone. Costo di 3 euro a persona più il biglietto di ingresso.

16 SETTEMBRE 2018

PALAZZO LEONI MONTANARI – FAMILY LAB: SALTI DI FANTASIA GIOCHI D’ESTATE ALLE GALLERIE ore 10.00-17.00:

Uno speciale angolo della creatività, allestito in modo permanente per offrire la possibilità di esprimere in tempo reale le idee nate grazie all’incontro con un’opera d’arte, usando matite, colori e carte di vario tipo. Le famiglie con bambini e ragazzi (fino a dodici anni) possono usufruire della possibilità di attraversare gli ambienti del palazzo in modo particolare, scoprendo molteplici curiosità racchiuse in alcuni capolavori. Il percorso si attua in autonomia con l’ausilio di un fantasioso libretto d’istruzioni, contenente i racconti e le proposte da sviluppare nell’immediato (con l’assistenza degli operatori museali) o da portare a casa per un’ulteriore elaborazione personale.

PALAZZO LEONI MONTANARI – PASSEGGIATA D’ARTE ore 10.30 e 16.30:

Visita guidata 30 min.

Fascino e virtù nel mondo antico, tra mito e vita quotidiana. Dalla ceramica attica e magnogreca alla decorazione barocca del palazzo. Prenotazione consigliata. Numero minimo di 5 persone. Costo di 3 euro a persona più il biglietto di ingresso.

21 SETTEMBRE 2018

MUSEO ARCHEOLOGICO AL TEATRO ROMANO – QUANDO VERONA AVEVA LE RUOTE ore 17.00-18.30:

Laboratorio espressivo 90 min.

Un nuovo “FamilyLab” di Kids University (13-23 settembre 2018), organizzato dal Palladio Museum di Vicenza in collaborazione con l’Università di Verona, Polo scientifico e didattico “Studi sull’impresa” di Vicenza, ospitato dal Museo Archeologico al Teatro Romano, Verona
Appuntamento a Verona sul Ponte Pietra, per ascoltare insieme lo scorrere del fiume e rievocare lo «spettacolo dei colori, delle luci, dei movimenti della Grande Ruota» che tanto affascinava il Bruno Munari bambino. I ricordi di questo maestro della creatività infantile ci introdurranno al tema del laboratorio: i mulini idraulici nella Verona del boom protoindustriale fra 1400 e 1500. Subito dopo ci sposteremo nel vicino Museo Archeologico per costruire il modello in scala di un mulino ad acqua… funzionante!
Max 25 partecipanti inclusi adulti accompagnatori; il laboratorio è gratuito per tutti; l’ingresso è gratuito per i bambini e ridotto (€ 3,00) per gli adulti e offre la possibilità di visitare il museo. Ritrovo sul Ponte Pietra, lato Teatro Romano. Prenotazione obbligatoria.

22 SETTEMBRE 2018

VILLA LA ROTONDA – VISITA GUIDATA ESCLUSIVA ore 18.15-19.45:

Visita guidata 90 min.

Visita esclusiva dopo l’orario di apertura al pubblico per godersi in tranquillità uno dei vertici dell’architettura palladiana. Organizzato da Agta-associazione guide turistica autorizzata.
Non solo arte e architettura, ma anche storie vere e fatti di cronaca che hanno riguardato da vicino chi ha vissuto in villa nel corso dei secoli.  Ingresso e visita a pagamento: 25 euro complessivi. Prenotazione obbligatoria. Posti limitati

PALAZZO LEONI MONTANARI – PASSEGGIATA D’ARTE ore 16.30:

Visita guidata 30 min.

Fascino e virtù nel mondo antico, tra mito e vita quotidiana. Dalla ceramica attica e magnogreca alla decorazione barocca del palazzo. Prenotazione consigliata. Numero minimo di 5 persone. Costo di 3 euro a persona più il biglietto di ingresso.

CENTRO STORICO – VIOFF. GOLDEN STATE EDITION

Visite guidate alla scoperta del centro storico:

Ore 18.00. Partenza dalla Stamperia Busato in contra’ Porta Santa Lucia 38. Viene organizzato un tour guidato delle botteghe storiche di Vicenza, con partenza dalle colonne di piazza dei Signori, proposto dal gruppo di negozianti che possono fregiarsi di questo prestigioso titolo.

Ore 18.30 e ore 20.00. Partenza da piazza Matteotti si segue un itinerario gratuito all’esterno dei principali monumenti cittadini.

Alle 20.30 i possessori del biglietto speciale da 5 euro saranno guidati anche all’interno di Palazzo Chiericati e della Chiesa di Santa Corona. Prenotazione obbligatoria a partire da giovedì 6 settembre.

Ore 17.00-21.30 Palazzo Leoni Montanari – Gallerie d’Italia, ogni mezz’ora al formarsi di un gruppo minimo di 10 persone, con un supplemento di 3 euro sul biglietto di ingresso sarà possibile partecipare a una passeggiata tematica alla scoperta di alcuni capolavori, dal tema “Gioielli e moda dall’antichità al Settecento veneziano”.

23 SETTEMBRE 2018

PALAZZO LEONI MONTANARI – FAMILY LAB: SALTI DI FANTASIA GIOCHI D’ESTATE ALLE GALLERIE ore 10.00-17.00:

Uno speciale angolo della creatività, allestito in modo permanente per offrire la possibilità di esprimere in tempo reale le idee nate grazie all’incontro con un’opera d’arte, usando matite, colori e carte di vario tipo. Le famiglie con bambini e ragazzi (fino a dodici anni) possono usufruire della possibilità di attraversare gli ambienti del palazzo in modo particolare, scoprendo molteplici curiosità racchiuse in alcuni capolavori. Il percorso si attua in autonomia con l’ausilio di un fantasioso libretto d’istruzioni, contenente i racconti e le proposte da sviluppare nell’immediato (con l’assistenza degli operatori museali) o da portare a casa per un’ulteriore elaborazione personale.

PALAZZO LEONI MONTANARI – PASSEGGIATA D’ARTE ore 10.30 e 16.30:

Visita guidata 30 min.

Fascino e virtù nel mondo antico, tra mito e vita quotidiana. Dalla ceramica attica e magnogreca alla decorazione barocca del palazzo. Prenotazione consigliata. Numero minimo di 5 persone. Costo di 3 euro a persona più il biglietto di ingresso.

29 SETTEMBRE 2018

PALAZZO LEONI MONTANARI – PASSEGGIATA D’ARTE ore 16.30:

Visita guidata 30 min.

Fascino e virtù nel mondo antico, tra mito e vita quotidiana. Dalla ceramica attica e magnogreca alla decorazione barocca del palazzo. Prenotazione consigliata. Numero minimo di 5 persone. Costo di 3 euro a persona più il biglietto di ingresso.

30 SETTEMBRE 2018

PALAZZO LEONI MONTANARI – FAMILY LAB: SALTI DI FANTASIA GIOCHI D’ESTATE ALLE GALLERIE ore 10.00-17.00:

Uno speciale angolo della creatività, allestito in modo permanente per offrire la possibilità di esprimere in tempo reale le idee nate grazie all’incontro con un’opera d’arte, usando matite, colori e carte di vario tipo. Le famiglie con bambini e ragazzi (fino a dodici anni) possono usufruire della possibilità di attraversare gli ambienti del palazzo in modo particolare, scoprendo molteplici curiosità racchiuse in alcuni capolavori. Il percorso si attua in autonomia con l’ausilio di un fantasioso libretto d’istruzioni, contenente i racconti e le proposte da sviluppare nell’immediato (con l’assistenza degli operatori museali) o da portare a casa per un’ulteriore elaborazione personale.

PALAZZO LEONI MONTANARI – PASSEGGIATA D’ARTE ore 10.30 e 16.30:

Visita guidata 30 min.

Fascino e virtù nel mondo antico, tra mito e vita quotidiana. Dalla ceramica attica e magnogreca alla decorazione barocca del palazzo. Prenotazione consigliata. Numero minimo di 5 persone. Costo di 3 euro a persona più il biglietto di ingresso.

Passeggiate in Basilica Palladiana:

Info e prenotazioni cell 346 5933662 – Email ass.ardea@gmail.com – Pagina Fb Ardea Associazione per la didattica museale

Evento a Villa Rotonda:

Info e contatti: Email: vicenzatourguide@gmail.com – Tel. 338.9819423 – Sito web: www.vicenzatourguide.it

Palazzo Leoni Montanari:
Per partecipare ai racconti animati, alla caccia al dettaglio e ai laboratori è consigliata la prenotazione al numero di telefono 800 578875. Per info e contatti: Email info@palazzomontanari.com – sito www.gallerieditalia.com

Palladio Museum:
Per info e contatti: telefono 0444 323014 – Email didattica@palladiomuseum.org – sito www.palladiomuseum.org – Pagina Fb Palladio Museum

Evento ViOff

Info e contatti: ufficio Iat allo 0444/320854 o mail: iat@comune.vicenza.it


Elena PiazzaElena PiazzaAutrice cura la rubrica “Bambini a regola d’arte

Mamma di Cesare, Agostino e Letizia

Adoro tutto ciò che è arte, musica e letteratura. E sin da piccolina ho iniziato a esplorare questi mondi, che piano piano sono diventati i miei strumenti necessari per esprimermi.

Dai tre anni il disegno è diventata la mia passione. Ho continuato scegliendo di studiare arte e laureandomi in Archeologia. Ho fondato e gestito un’associazione culturale e ho trovato lavoro in un museo, dove svolgo diverse mansioni tra cui anche quella di operatrice didattica e guida. E’ un lavoro impegnativo che però mi permette di stare a contatto con persone di tutte le età, di tenermi allenata con lo studio, di approfondire continuamente diversi aspetti del mondo dell’arte e di tenermi aggiornata su tutto ciò che accade in città!

Figlia e sorella di musicisti ho masticato note e pentagrammi da quando sono nata. In particolare prediligo il canto che ho sempre esercitato facendo parte di vari cori e sperimentando generi diversi.

Diventata mamma (tris da pochissimo!!!) non ho rinunciato alle mie passioni e inclinazioni e cerco sempre di trovare un modo per conciliarle con la famiglia. Ed eccomi qui a provare a raccontare il mio mondo!

 

 

 

Primavera di Maggio: didattica a Vicenza

Ed eccoci a Maggio, il mese della piena Primavera!

Mentre scrivo guardo fuori, finestra aperta, il verde degli alberi e della siepe mi riempie gli occhi e mi rinfranca. Un cielo terso sopra la testa e un bel venticello che scaccia ogni pensiero negativo e ogni problema da risolvere. MI concedo una pausa. Almeno per questo attimo sospeso nel vuoto tutto sorride, rigenera. La forza della terra mi invade e mi scuote. Poi mi risveglio e riparto. Pronta!
Il nome stesso lo dice: Maggio, dal latino Maius, che ricorda la dea romana Maia, dea della terra, nonchè della fertilità e dell’abbondanza.

La didattica di Maggio si apre a queste meravigliose giornate e ci concede di concepirla non solo negli spazi chiusi dellle pareti di stupendi palazzi ma anche tra le vie, i cortili e le piazze cittadine. Come sempre le proposte sono disparate e numerose e ricordano la festa dei lavoratori, il 1 maggio, la festa della mamma e la notte dei musei, il 19 maggio (da ricordare perchè comporterà diverse sorprese i città!).

Scopriamo quella più curiosa e adatta a noi!

1 MAGGIO 2018

PALAZZO LEONI MONTANARI – L’UOVO DEL MONDO ore 16.00:
Racconto animato e attività creativa 90 min.
Come nascono gli dei? Da neonati stanno in culla o crescono subito a dismisura? Quali sono i loro giochi preferiti? Una caccia al dettaglio per scoprire alcuni miti presenti sugli affreschi del Palazzo e su alcuni vasi, partendo dal racconto dell’infanzia dei loro illustri protagonisti. Attività creativa: realizzare un’immagine in pop-up. Età consigliata 4-11 anni. Prenotazione consigliata.

6 MAGGIO 2018

PALAZZO LEONI MONTANARI – A VOYAGE INTO A CAPRICCIO: DISCOVERING AN IMAGINARY VICENZA ore 16.00:
Itinerario in lingua inglese 60-75 min.
E’ possibile imparare l’inglese esplorando un quadro al museo? Un’opera d’arte offre infinite possibilità di utilizzare la lingua in modo laboratoriale, autentico e creativo. Il museo offre uno spazio di apprendimento dove è più facile mettersi in gioco e collaborare insieme alla scoperta di un’opera. Età consigliata 4-11 anni. Prenotazione consigliata.

12 MAGGIO 2018

PALLADIO MUSEUM – MAMMA MIA!!! Ore 16.00:
Laboratorio espressivo 90 min.
L’architettura è maschio o femmina? Stavolta facciamo che sia femmina e partiamo da un esempio antico: le Cariatidi. Se avete voglia di inventare una donna-colonna, di costruirla e di vestirla dalla testa ai piedi, questo è il laboratorio che fa per voi. Noi ci mettiamo i materiali, la fantasia portatela voi! Attività gratuita e aperta a un massimo di 20 partecipanti dai 5 ai 12 anni. Prenotazione obbligatoria. I genitori dei bambini che hanno la tessera Palladio Museum Kids hanno diritto al biglietto d’ingresso ridotto al museo e alle mostre (6,00 €) e a uno sconto del 15% sull’acquisto degli articoli per bambini disponibili al bookshop.

CENTRO ZONA3 DI SAN PIO X (via Toaldo 9, Vi) – PALLADIO ABBATTE I MURI/CANTIERE IN LIBERTA’ ore 16.00:
Laboratorio espressivo 90 min.
Il Palladio Museum in collaborazione con Cooperativa sociale Aster Tre: Un nuovo, allegro cantiere si apre in città. Bambine e bambini saranno i progettisti e gli artefici di una costruzione più grande di loro: potranno far crescere la propria architettura in altezza, larghezza, lunghezza, o le tre cose insieme. Per mattoni i giovani architetti avranno a disposizione grandi fogli di cartone assemblabili ad incastro su qualsiasi lato; tempere e pennarelli faranno da intonaco. Attività gratuita e aperta a un massimo di 20 partecipanti dai 5 ai 12 anni. Prenotazione obbligatoria. I genitori dei bambini che hanno la tessera Palladio Museum Kids hanno diritto al biglietto d’ingresso ridotto al museo e alle mostre (6,00 €) e a uno sconto del 15% sull’acquisto degli articoli per bambini disponibili al bookshop.

13 MAGGIO 2018

PALAZZO LEONI MONTANARI – CON MAMMA AL MUSEO ore 11.00 e ore 16.00:
Racconto animato 40 min.
Una giornata particolare per passeggiare assieme tra i dipinti ispirati ad alcune mamme speciali l passato e i loro pargoli a volte un po’ birichini. In occasione della festa della mamma. Età consigliata 4-11 anni. Prenotazione consigliata.

PIAZZA DELLE ERBE – LA PIAZZA IN SCENA ore 15.00, 16.00 e 17.00:
Laboratorio espressivo 60 min.
Non ho l’età – Mercato Antiquariato Collezionismo & Vintage, in concomitanza del mercato dell’antiquariato, collezionismo & vintage, propone il laboratorio didattico “La piazza in scena” a cura di Ardea associazione per la didattica museale.
Il laboratorio per bambini è finalizzato alla scoperta della Piazza dei Signori di Vicenza, con il mercato e i mestieri di una volta. A partire dall’osservazione di un’opera pittorica che rappresenta la Piazza nell’Ottocento e dalla sua interpretazione attraverso l’utilizzo di materiale strutturato, i bambini saranno guidati alla creazione de “La piazza in scena” ornata dagli edifici palladiani e animata, ieri come oggi, dalla gente del mercato. Per bambini dai 5 agli 11 anni. È necessaria la presenza di un adulto. Max 20 bambini per ognuno dei tre turni. Ingresso libero – attività interamente sostenuta da Non ho l’età – Mercato Antiquariato Collezionismo & Vintage

MUSEO DIOCESANO – LA MAMMA è Più BUONA DEL CIOCCOLATO ore 16.00:
Attività e laboratorio 120 min. Con l’attrice Stefania Carlesso

LA LOCOMOTIVA DEI FERROVIERI (via Rismondo 2, Vi) – PALLADIO ABBATTE I MURI/ HULA HOOP ore11.00:
Laboratorio espressivo 90 min.
Il Palladio Museum in collaborazione con Cooperativa La Casetta, Associazione genitori “Insieme con le scuole”, Non ho l’età: Per la storica rivista VOGUE moda e architettura hanno qualcosa in comune, «intercettano il cambiamento delle città e lo mostrano: l’una lo fa abitando corpi, l’altra vestendo i luoghi». In questo laboratorio bambini e bambine realizzeranno il più chiacchierato – e secondo noi il più architettonico – accessorio delle collezioni primavera/estate 2013. Saranno in grado di superare l’originale? Attività gratuita e aperta a un massimo di 20 partecipanti dai 5 ai 12 anni. Prenotazione obbligatoria. I genitori dei bambini che hanno la tessera Palladio Museum Kids hanno diritto al biglietto d’ingresso ridotto al museo e alle mostre (6,00 €) e a uno sconto del 15% sull’acquisto degli articoli per bambini disponibili al bookshop.

19 MAGGIO 2018

PALAZZO LEONI MONTANARI – LA NOTTE NEL BOSCO INCANTATO dalle 20.00 alle 23.00:
Caccia al dettaglio per scoprire i segreti dei fantastici animali che animano le stanze del palazzo barocco. In occasione della Notte dei Musei. Attività a pagamento: 1 euro.

26 MAGGIO 2018

PALLADIO MUSEUM – ALLA CARLONA SI VUOL MANGIARE ore 16.00:
Laboratorio espressivo 90 min.
In collaborazione con Il mondo di Bu: La cucina, oggi come nel Cinquecento, è il cuore della casa. Dove l’aveva posizionata Palladio nel palazzo dei Barbarano? Che cosa conteneva e quali piatti vi si preparavano? L’ultimo, divertente laboratorio è dedicato alla cucina come ambiente architettonico, ma anche come cibo e come rito. Grazie alla speciale collaborazione con Il mondo di Bu, lo scopriremo cucinando insieme! ! Attività gratuita e aperta a un massimo di 20 partecipanti dai 5 ai 12 anni. Prenotazione obbligatoria. I genitori dei bambini che hanno la tessera Palladio Museum Kids hanno diritto al biglietto d’ingresso ridotto al museo e alle mostre (6,00 €) e a uno sconto del 15% sull’acquisto degli articoli per bambini disponibili al bookshop.

27 MAGGIO 2018

PALAZZO LEONI MONTANARI – LA MAGICA MELA ore 16.00:
Laboratorio espressivo 120 min.
Tantissimo tempo fà, in un luogo dove il sole ama tuffarsi nel mare, nacque una bimba davvero speciale, vestita di raggi dorati…. Ascoltare con orecchie, occhi e altri sensi una storia fantastica, ispirata ai preziosi vasi greci. Attività creativa: realizzare un curioso libretto illustrato. Ingresso a pagamento per gli adulti e attività a pagamento per i bambini. Età consigliata 4-12 anni.

CONTATTI

Evento “La piazza in scena”:
Tel. 349 6410654 e-mail: info@antiquariatovicenza.it e-mail: nonholetaeventi@gmail.com

Palazzo Leoni Montanari:
Per partecipare ai racconti animati, alla caccia al dettaglio e ai laboratori è consigliata la prenotazione al numero di telefono 800 578875. Per info e contatti: Email info@palazzomontanari.com – sito www.gallerieditalia.com

Palladio Museum:
Per info e contatti: telefono 0444 323014 – Email didattica@palladiomuseum.org – sito www.palladiomuseum.org

Museo Diocesano:
Per info e contatti: telefono 0444 226400 – Email museo@vicenzachiesacattolica.it – sito www.museodiocesanovicenza.it