Di tutti i colori del mondo

I colori fanno parte del nostro mondo e del nostro modo di vivere. Non tutti però abbiamo consapevolezza di quanto i colori incidano nella nostra quotidianità e di quanto interagiamo con la realtà grazie e/o a causa dei colori.

Nel passato le società e le civiltà che si sono susseguite hanno utilizzato sistemi di simboli e di colori per veicolare messaggi e raccontare i valori e le storie che le caratterizzavano. Anche la nostra società odierna, moderna e super tecnologica continua ad utilizzare i colori per questo scopo. Basti pensare agli schermi dei nostri televisori ultrapiatti e degli smartphone di ultima generazione, i cui colori così nitidi sembrano quasi sovrannaturali (lontanissimi dal bianco e nero dei primi apparecchi o dallo schermo neutro dei prototipi portatili).

Ma fino a che punto il colore  influenza il nostro immaginario collettivo?

Tra i libri per noi adulti che trattano e sviluppano tale argomento, vi segnalo il testo Cromorama. Come il colore ha cambiato il nostro sguardo (Einaudi, 2017) del visual desinger Riccardo Falcinelli.

https://www.einaudi.it/autori/riccardo-falcinelli/

Attraverso una galleria di 400 immagini tratte dal mondo dell’architettura, del cinema, del fumetto, dall’arte grafica e dagli oggetti della vita quotidiana l’autore ci accompagna alla scoperta della formazione del nostro “campionario” cromatico contemporaneo.

Il pubblico osserva, sceglie, impara; finché queste consuetudini non standardizzano la percezione e il colore comincia a parlare da solo, al punto da sembrare un fatto naturale. Perché le matite gialle vendono di più delle altre? Perché Flaubert veste di blu Emma Bovary? Perché nei dipinti di Mondrian il verde non c’è mai? E perché invece Hitchcock lo usa in abbondanza? Falcinelli narra come si è formato lo sguardo moderno […].

E per i bambini? Come percepiscono il colore?

Ovviamente la percezione di questo elemento cambia a seconda dell’età. I neonati captano lo stimolo cromatico proveniente dall’ambiente che li circonda in modo diverso da quello di un bambino di tre anni. Anche la capacità di vedere tutta la gamma dei diversi colori varia a seconda della fascia d’età come anche la capacità di riconoscerli e nominarli, di utilizzarli con intenzione a scopo comunicativo e di espressione. La comunicazione cromatica di certi luoghi, come ad esempio gli spazi educativi e domestici, può influire molto sul benessere dei bambini. I colori assumono sempre di più un ruolo chiave anche per comunicare funzioni e percorsi, limiti ed emozioni.

Tra le pubblicazioni più recenti dedicate al mondo dei colori per bambini e ragazzi, eccovi qui di seguito una piccola selezione:

Colorama. Il mio campionario cromatico, Crushiform, Ippocampo Edizioni, 2017

https://www.ippocampoedizioni.it/grafica-disegno/550-colorama-il-mio-campionario-cromatico.html

Dal rosso vivo dei papaveri, al giallo acceso delle ruspe da cantiere, dall’azzurro celeste di un cielo sereno, al rosa maialino. Colorama è un inventario  cromatico che ci accompagna alla scoperta dei segreti e delle sfumature dei colori più comuni ma anche di quelli più inaspettati e sconosciuti. In abbinata anche un gioco di carte, ispirato al libro, con cui ci si può sfidare a colpi di…colore per l’appunto.

Di tutti i colori, Allegra Agliardi, Terre di Mezzo, 2018

https://www.terre.it/prodotto/di-tutti-i-colori/

In questo libro adatto anche ai più piccolini, non ci sono intenti educativi. Il testo in rima porta alla scoperta dei colori della vita quotidiana dove emergono le esperienze più semplici che possiamo aver vissuto tutti. Il rosso dell’anguria d’estate e il verde del gelato al pistacchio. Poi ci sono le pere succose con la loro buccia gialla come la lampadina che si accende alla sera. E alla fine un piccolo invito:

«Celeste, indaco, giallo limone, rosso amaranto, verde bottiglia: / non ti fermare continua ad esplorare, ogni colore ha la sua meraviglia!»

Rosso come…, Pascale Estellon, Ippocampo Edizioni, 2020

https://www.ippocampoedizioni.it/6-7-anni/760-rosso-come-9788867225064.html

Rosso come le fragole e le ciliegie, come il rubino e il corallo. Arancione come la violaciocca e la curcuma, come le albicocche e l’ibisco. Giallo come lo zolfo e il canarino, come i fiori di zucca e la dorifera. E poi c’è il Blu dei lapislazzuli e del pesce chirurgo. Il Verde dello smeraldo e delle felci, della cavalletta e della raganella…Le illustrazioni sono nitide e non stilizzate. Per ogni colore le grandi pagine si aprono con ampi risvolti per far vedere la varietà di animali, piante, pietre e spezie colorate. Lo sfondo bianco e le didascalie presenti accompagnano lo stupore dei più piccini e dei più grandi. Un libro bellissimo da leggere a quattro mani senza fretta godendosi i particolari di ciascuna pagina.

Colori, Giovanna Ranaldi, Topipittori, 2020

https://www.topipittori.it/it/catalogo/colori

Il nuovo volume della casa editrice Topipittori dedicato ai colori si inserisce all’interno della collana Piccola Pinacoteca Portatile  https://www.topipittori.it/it/collana/pippo dove potrete trovare anche delle monografie dedicate ai singoli colori. Le figure di questi libri sono copiate da opere d’arte famose di ogni epoca storica. La collana è composta da libri con i quali interagire e con i quali i piccoli lettori possono disegnare, ritagliare, incollare, attaccare, staccare. In questo libro, l’autrice Giovanna Ranaldi (restauratrice, stampatrice ed illustratrice) ci fa viaggiare accanto ai grandi pittori sia antichi che moderni, dialogano con il lettore al quale fanno conoscere i nomi dei colori, le loro origini attraverso le loro opere più famose e che hanno fatto la storia. Una sorta di quaderno per esercitarsi all’osservazione e all’utilizzo del colore con diverse tecniche.

Il più folle libro illustrato con tutti i colori del mondo di Otto, Ton Schamp, Franco Cosimo Panini, 2019

https://www.francopaniniragazzi.it/index.php/il-piu-folle-libro-illustrato-con-tutti-i-colori-del-mondo-di-otto.html

Il titolo di questo libro è tutto un programma. Il gatto Otto e i suoi amici vengono immersi nel mondo vivace dei colori. E’ quasi un willmenbuch dove le pagine sono cariche di illustrazioni, di particolari ciascuno dedicati ai singoli colori. Non sarebbe il libro più folle se non ci fosse una “piacevole” confusione, dove l’occhio è attratto a destra e a sinistra da canarini gialli, camion dei pompieri, dal lungo collo di un gigantesco dinosauro verde o da una sorridente balena blu. I dettagli abbondano e ogni giorno aprendo questo libro potreste scorgere qualcosa di nuovo che non avevate ancora visto. Provare per credere!


Mariairene Didoni – Autrice –

Mamma di Matilde e appassionata di libri e d’arte.

Sono laureata in Storia dell’Arte e conservazione dei beni artistici e sin da piccola il mondo dei libri e dell’illustrazione mi ha sempre affascinato. Mi dedico alla pittura ad acquerello e all’organizzazione di letture condivise per bambini come volontaria presso la Biblioteca del quartiere di Anconetta, succursale della sede centrale di Vicenza della Biblioteca Civica Bertoliana.

Ho seguito diversi seminari e corsi di formazione nell’ambito della promozione della lettura per tutte le età a partire dalla primissima infanzia ma anche dalle letture al pancione durante la gravidanza.

Sono diventata “Lettore Custode” grazie alla formazione ideata e realizzata da Alessia Napoletano presso la sua Libreria per l’Infanzia “Radice-Labirinto” di Carpi (MO). La metodologia del “Lettore custode” è in via di definizione e sperimentazione e si prefigge lo scopo di infondere l’amore per le storie e la lettura.

Diventare mamma mi ha dato la possibilità di riscoprire e riassaporare le mie diverse passioni e mi ha portato a “rileggere” nel vero senso della parola una lunga lista di libri, ripartendo dagli albi illustrati e dai grandi classici della letteratura per l’infanzia e per i ragazzi, oltre ad altri libri non convenzionali.

La mia mente ha sempre fame di parole e di immagini che facciano vibrare le corde del cuore e dell’anima.

Con la rubrica “Un mondo di cose da leggere” vorrei accompagnarvi e aiutarvi a far visita al vostro “io” bambino/bambina e a condividere con tutta la vostra famiglia le potenzialità che la lettura e i libri possono offrire.

“Vorrei che tutti leggessero. Non per diventare letterati o poeti, ma perché nessuno sia più schiavo”. (Gianni Rodari)

Lascia un commento