I bambini e l’attrazione per il fuoco

I bambini e l’attrazione per il fuoco

bambini e attrazione per il fuoco

Qualche tempo fa leggevo, sul nostro gruppo Facebook “Essere mamme a Vicenza”, di una discussione riguardante l’attrazione dei bambini e dei ragazzi per il fuoco.

Mi ha particolarmente stupita quante mamme abbiano riscontrato comportamenti simili nei propri figli: attrazione per gli accendini, desiderio di bruciacchiare pezzi di carta, fili d’erba, bastoncini o simili.

La mia curiosità mi ha portata a fare una ricerca sul problema e ho scoperto essere, per alcuni bambini, una vera e propria ossessione.

Ma cos’è l’attrazione per il fuoco? Perchè alcuni bambini manifestano questo interesse? Può il genitore intervenire per la sicurezza del bambino e di chi gli sta intorno?

Maria Rita Parsi, psicologa e psicoterapeuta, autrice del libro “L’alfabeto dei sentimenti” spiega come il fuoco rappresenti per tutti noi un elemento dai grandi poteri: scalda, permette di cucinare, fonde i metalli, illumina ma, nel contempo, debba essere ben custodito e utilizzato poichè può distruggere, bruciare e rendere in cenere ogni cosa.

Il fuoco, soprattutto nei bambini, attrae per le sue enormi potenzialità e per il desiderio di confrontarsi con l’ambivalenza dei suoi effetti. Dominarlo, contenerlo, utilizzarlo per dominarne gli effetti distruttivi con esperimenti che, a volte, possono degenerare, è un gioco dal quale tutti i bambini sono attratti. Attraverso questi giochi i bambini sperimentano anche la forza distruttiva di certe emozioni, magari inespresse, che bruciano dentro di loro proprio come il fuoco.

A volte i giochi con il fuoco costituiscono per i bambini uno sfogo da fastidi, rabbie, disagi o una risposta al clima di conflitto che può esistere all’interno della famiglia.

Generalmente la curiosità e l’attrazione per il fuoco viene vista come parte del normale processo di sviluppo comportamentale del bambino ma spesso i bambini non si rendono conto che una fiammella può scatenare un pericoloso incendio

Da un documento dei Vigili del Fuoco si evince che i motivi per cui i bambini provocano incendi sono vari:
  • Alcuni bambini potrebbero appiccare il fuoco come parte della ricerca di attenzioni personali;
  • La pressione da parte dei coetanei potrebbe essere un’influenza che li porta ad appiccare il fuoco
  • Purtroppo, alcuni bambini che soffrono presi dalla rabbia o dalla vendetta potrebbero appiccare un incendio
  • In alcuni bambini Ë presente un elemento di malizia che li spinge a provocare un incendio
  • I medici e gli operatori sanitari affermano che una piccola percentuale di bambini presenta una attrazione morbosa per il fuoco che richieder cure mediche professionali

Come possono intervenire i genitori a tutela della sicurezza del proprio figlio e di ciò che gli sta intorno?

  • Coinvolgere i bambini nello sviluppo di un piano di fuga dalla casa e metteterlo in pratica regolarmente tutti insieme
  • Conservare sempre fiammiferi o accendini in un luogo sicuro fuori della portata dei bambini.
  • Insegnare ai bambini che il fuoco non è un giocattolo ma uno strumento per cucinare o per riscaldare se usato in modo sicuro e responsabile dagli adulti
  • Non chiedere ai bambini di prendervi fiammiferi o accendini. I bambini imparano seguendo l’esempio degli adulti e spesso imitano il loro comportamento
  • Incoraggiate i bambini a portarvi fiammiferi o accendini che trovano in giro ed elogiateli per aver agito in modo responsabile
  • Non ignorate segnali importanti quali vestiti bruciacchiati o fiammiferi o accendini nelle tasche dei bambini
  • Assicuratevi che i bambini siano sempre sotto la supervisione di una persona adulta
  • Insegnate ai bambini più grandicelli come usare I fiammiferi e il fuoco in modo sicuro, e sottolineate líimportanza di
    accendere il fuoco solo in presenza di adulti.

Il Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco nel suo sito internet propone una lezione per bambini sul comportamento da tenere in caso di incendio

  1. Se ti prendono fuoco i vestiti: rotolati sul pavimento, sulla strada o sul terreno; strappati/togliti i vestiti da dosso.
  2. Anche un amico può aiutarti a soffocare le fiamme; se hai a disposizione una coperta o un tappeto, puoi soffocare l’incendio avvolgendotici. Non perdere tempo a cercare un indumento particolare, l’importatnte è agire velocemente.
  3. Per prevenire gli incendi è indispensabile adottare dei comportamenti preventivi. Ad esempio, disporre l’arredamento lontano da fonti di calore, cercando di non accumulare i materiali in modo disordinato.vigili del fuoco
  4. Se devi entrare in una stanza dove pensi che si sia verificato un incendio, toccando la porta o le pareti puoi renderti conto se all’interno è presente una fonte di calore. Anche toccando la maniglia, se metallica, puoi verificare la stessa cosa.
  5. Se l’incendio è all’esterno e non puoi uscire metti dei panni (meglio se bagnati) sotto le porte o nelle fessure, in modo da impedire l’ingresso del fumo; allontanati e apri le finestre, se il fumo penetra ugualmente, avvicinati il più possibile ad una finestra
  6. Quando chiami i Vigili del Fuoco (115) cerca di dare le seguenti informazioni: tipo di incidente gravità dell’incidente eventuale presenza di feriti località dell’incidente numero telefonico da cui si chiama non riagganciare per primo.

Per emergenze con il fuoco non scordare mai il numero del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco: 115

Lascia un commento